Dom30042017

Ultimo aggiornamentoVen, 28 Apr 2017 2pm

Progetti dedicati all'accoglienza, dall'agriturismo al bed and breakfast. Presto anche una legge sull'agricoltura sociale.

La Puglia ha destinato circa 160 milioni di euro alle aggregazioni tra soggetti pubblici e privati per presentare, tramite i fondi agricoli, progetti dedicati all'accoglienza, dall'agriturismo al bed and breakfast.

Lo ha annunciato l'assessore regionale all'Agricoltura, Leonardo Di Gioia, nel corso dell'incontro che si è tenuto alla BIT (Borsa Internazionale del Turismo) nell'edizione 2017 appena conclusasi. Turismo e agricoltura devono andare di pari passo, ha dichiarato Di Gioia. Gli agricoltori sono i primi manutentori del paesaggio e la presenza dell'uomo e le buone pratiche agricole sono un grande fattore di contrasto al dissesto idrogeologico. La Regione Puglia, ha rivelato l'assessore, si appresta a scrivere una legge sull'agricoltura sociale: "in campagna non si deve solo coltivare ma si può anche rieducare e contribuire alla socializzazione di persone meno fortunate. E' una sfida che vogliamo cogliere e siamo tra le regioni più avanzate in questo senso, una tipicità della Puglia che custodiamo gelosamente".

 Anche il presidente Emiliano ha visitato lo Stand della Regione Puglia alla Bit di Milano #weareinpuglia. “Stiamo lavorando – ha detto a margine della visita - per aumentare la presenza del turismo internazionale in Puglia. Abbiamo lanciato un’offerta 365 giorni l’anno: la Puglia destagionalizza sempre meglio e con maggiore abilità. Mette in campo le sue bellezze anche durante le stagioni invernale, autunnale e primaverile. Questo sta dando al nostro successo una continuità che è anche frutto dei sacrifici dei nostri operatori. Perché qui alla Bit noi diamo una mano, ma i veri artefici di queste vittorie sono i nostri operatori turistici a tutti i livelli che migliorano ogni giorno la loro offerta e inducono i turisti a ritornare. Tutti quelli che troviamo durante questa fiera hanno già fatto delle esperienze in Puglia e cercano altri scorci, altre modalità di usufruire di questo turismo esperienziale che ti consente il superlusso se ne hai voglia, oppure di confonderti in un mercato e di vivere come noi la nostra qualità della vita. Lo dico con un po’ di orgoglio e forse esagerando, però è la verità: la qualità della vita in Puglia anche nelle grandi città è elevata. Possiamo fare di più e siamo qui alla Bit di Milano anche per imparare”.

(Mauro De Carlo)