Dom31052020

Ultimo aggiornamentoVen, 29 Mag 2020 2pm

Interventi per dare decoro ai quartieri di Bari

Resterà attivo fino al 15 ottobre il progetto sperimentale “Bari per bene”, promosso dall'amministrazione comunale. Nella sua terza tappa si concentreranno gli sforzi sui quartieri della ex frazione marina Palese e Santo Spirito.
Per circa due mesi l'amministrazione comunale, il V Municipio, le aziende municipali e la Polizia municipale saranno impegnati in una serie di interventi di manutenzione e programmazione di politiche per lo sviluppo del territorio, garantendo pulizia e decoro e chiedendo ai cittadini di partecipare attivamente alla cura dei territori in cui vivono.
Il progetto Bari per bene si sposta su Palese e Santo Spirito dove saranno i cittadini residenti i protagonisti del patto di cittadinanza che avrà come obiettivo quello di migliorare lo stato dei luoghi, dopo la grande concentrazione di persone dovuta alla stagione estiva, e la qualità della vita nei due quartieri durante tutto l'anno. Perché senza la collaborazione dei cittadini e senza il loro impegno ad adottare comportamenti rispettosi delle regole, dei beni pubblici e della civile convivenza, gli sforzi dell'amministrazione, per fare meglio e di più, sarebbero comunque vani.
"I quartieri Palese e Santo Spirito - spiega il sindaco Antonio Decaro - durante i mesi estivi diventano due tra le principali mete dei baresi e dei cittadini provenienti dai paesi limitrofi per la presenza del mare e per la movida turistica. Ecco perché Bari per bene prende avvio sul finire dell'estate: da un lato abbiamo voluto evitare di intervenire in un momento dell'anno in cui il territorio è già congestionato da presenze e attività, dall'altro vogliamo che i residenti siano i primi a stringere un patto con noi e ad imparare a prendersi cura della loro città. Dando nuova vita ai luoghi pubblici e concentrando i nostri sforzi su lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria, vogliamo rendere più vivibili i due quartieri tutto l'anno per i residenti e prepararci ad accogliere i turisti con un litorale maggiormente attrattivo, sperimentando alcuni servizi che potranno essere messi a regime a partire dalla prossima stagione estiva, come la pedonalizzazione sperimentale di una parte del lungomare di Santo Spirito cui affiancheremo uno studio per regolare la viabilità e la sosta, individuando alcune aree di parcheggio per evitare il congestionamento del traffico. Allo stesso tempo, vogliamo "destagionalizzare" la fruizione del litorale e dare ai residenti un lungomare vivibile tutto l'anno. In questi due mesi, inoltre, avvieremo una fase di accompagnamento al sistema di raccolta dei rifiuti porta a porta in alcune zone, che prevederà anche la rimozione dei cassonetti stradali".
Questi sono gli obiettivi prioritari
RIQUALIFICAZIONE LITORALE (manutenzione ordinaria e straordinaria)
POLIZIA MUNICIPALE: contrasto all'abusivismo (fenomeno delle fornacelle)
PULIZIA: efficientamento dei servizi di pulizia, lavaggio e raccolta differenziata
RACCOLTA DIFFERENZIATA: progressivo passaggio al porta a porta in alcune zone
MOBILITÀ: piano straordinario per la pedonalizzazione del lungomare
SPAZI PUBBLICI: manutenzione e gestione di giardini, piazze e tutti i luoghi di aggregazione.

Questi sono gli interventi che verranno effettuati
Saranno 54 gli interventi di manutenzione urbana previsti, suddivisi tra Palese e Santo Spirito, che l'amministrazione attiverà in questi mesi.
Questi alcuni degli interventi in programma: nuovi posacenere, cestini da palo, rimozione delle scritte lungo i muri, riposizionamento dei trespoli raccolta rifiuti, eliminazione delle sterpaglie e diserbo sui litorali, sostituzione/ricollocamento dei cassonetti deteriorati, sistemazione della segnaletica orizzontale e verticale, manutenzione delle otto scuole comunali (infanzia, materna, elementare e medie), manutenzione del giardino in via Napoli ang. via Udine, manutenzione del giardino monumento Caduti a Palese, manutenzione dell'area verde in piazza Capitaneo a Palese e sistemazione dell'arredo urbano sul lungomare.
In aggiunta agli interventi programmati, sono previsti anche interventi "a chiamata" ovvero effettuati a seguito di segnalazione.

Nell'ambito della riorganizzazione dei servizi si avvierà una fase sperimentale di raccolta porta a porta dei rifiuti in alcune zone dei due quartieri: centro storico di Santo Spirito, corso Umberto I, alcune zone del centro storico di Palese - servizio porta a porta spinto con sacchi per carta, plastica/metalli e vetro bisettimanale -, zona compresa tra SS16, ferrovia e via Capitaneo - servizio sperimentale raccolta differenziata Igenio (un impianto di quattro cassonetti sistemati su un'unica struttura che potranno essere utilizzati per conferire carta, plastica, vetro, organico) e contestuale rimozione dei cassonetti stradali.
Nei due mesi di Bari per bene la Polizia municipale sarà impegnata nella attività di prevenzione, controllo e sanzionamento su violazioni da Codice della strada, reati ambientali e in un servizio specifico di pattugliamento nelle zone della movida.
Il servizio di controllo e sanzione nei confronti dei fenomeni di abusivismo commerciale e occupazione illecita di suolo pubblico proseguirà fino alla fine di Bari per bene, nelle stesse modalità in cui è già avvenuto nelle scorse settimane sulle zone del litorale ottenendo riscontri molto positivi.
Ecco come si procederà per monitorare il servizio
In aggiunta agli strumenti di segnalazione puntuale già esistenti saranno attivate anche le schede di rilevamento dei servizi di pulizia e spazzamento: si tratta di schede di valutazione che permettono di acquisire il grado di soddisfazione generale percepito rispetto ai servizi forniti.
Il monitoraggio accompagnerà tutte le fasi del progetto con attività specifiche e momenti di verifica mediante focus group con le parti interessate.