Mar11122018

Ultimo aggiornamentoLun, 26 Nov 2018 1pm

Emiliano in Albania per piantare alberi con il sindaco di Tirana

Sono 3125 gli alberi e gli arbusti che la Regione Puglia ha portato in Albania per contribuire alla realizzazione del più grande bosco d'Europa attorno alla capitale Tirana. Il nuovo piano regolatore, firmato dall'architetto Stefano Boeri, prevede che sia creato un bosco con oltre 3 milioni di alberi.

Per questa donazione la Regione Puglia, guidata dal presidente Michele Emiliano, si è presentata al sindaco di Tirana, Erion Veliaj, con gli alberi e personale dell'ARIF, l'Agenzia Regionale per le attività Irrigue e Forestali. Ill lavoro di  piantumazione è stato già avviato presso l'area verde del lago di Farka.

"La Puglia mette le radici in Albania e non solo metaforicamente – ha detto Emiliano – in questa giornata meravigliosa si realizza un'idea del sindaco di Tirana che vuole creare uno dei più grandi boschi d'Europa piantati dall'uomo con milioni di alberi donati da tutti gli amici dell'Albania. La Puglia ha voluto donare alberi ed essenze pugliesi. Una nostra grande quercia oggi si radica qui in Albania ed è un momento di grande felicità per me. I due popoli, quello pugliese e quello albanese, sono profondamente legati con un sentimento che unisce, che fa fare delle cose insieme e che dà senso alla vita delle nostre comunità".

Il sindaco Veliaj ha evidenziato che "è la prima volta che un ospite d'onore che ha anche la chiavi della città si comporta davvero come un cittadino di Tirana. Ora abbiamo un gioiello della Puglia qui a Tirana ed io sono molto felice".

Per l'Ambasciatore italiano in Albania Alberto Cutillo ha detto che" la Regione Puglia è stata veramente esemplare. Come ambasciatore d'Italia io non ho favoritismi, tutte le regioni fanno un lavoro importante ma devo dire la Regione Puglia, non solo grazie alla prossimità geografica, ma grazie anche a questa vicinanza culturale ed umana, è veramente un esempio di collaborazione tra le due sponde dell' Adriatico".

Domenico Ragno, direttore generale dell'ARIF, l'Agenzia Regionale per le attività Irrigue e Forestali, ha detto di aver "accolto con gioia l'iniziativa del Presidente Emiliano. Abbiamo radunato più di tremila piante della vegetazione  pugliese (Querce 547, Lecci 78, Mirto 230, Lentisco 227, Ilatro 227, Corbezzolo 227, Viburno 227, Terebinto 227, Biancospino 227, Ginepro rosso 227, Ginepro fenicio 227, Ginestra dei carbonai 227, Alaterno 227) e le abbiamo portate qui, ricostruendo una fratellanza sia ideale che materiale, rimettendo in comune queste piante che originariamente facevano parte di un unico ecosistema". (R.T.)