Gio29092022

Ultimo aggiornamentoDom, 04 Set 2022 12pm

Proteste dei cittadini per campi elettromagnetici causati da una nuova potente antenna installata a Bitonto

Un’antenna alta circa 30 metri e larga 2 è comparsa negli scorsi giorni a Bitonto, in una proprietà privata nei pressi del cimitero di via Traiana. Numerose sono state le segnalazioni arrivate alla associazione di  Alleanza Italiana Stop5G Puglia.

Il referente regionale Vincitorio Giancarlo ha incontrato alcuni attivisti e cittadini indignati che si sono chiesti cosa fosse questa struttura e a cosa servisse. “In rappresentanza della mia associazione – dichiara Vincitorio – presenterò subito richiesta di accesso a tutti gli atti riguardanti tutti i tralicci della città, compreso questo di via traiana.”

I bitontini sono già preoccupati per le  discariche di rifiuti urbani  a cielo aperto, tutte ancora da bonificare e che ovviamente il caldo dell’estate tende a fare aumentare i loro cattivi odori. Poi ci sono i problemi delle  polveri e l’inquinamento elettromagnetico. In queste zone delle discariche l'aria è quasi irrespirabile per gli stessi abitanti. Ovviamente, tutte queste fonti di inquinamento purtroppo incidono sul rischio di tumori. Alcune stime affermano che a Modugno, in quattro anni, dal 2012 al 2016, il numero di persone malate di tumore sia aumentato del 28% circa, mentre a Bari del 23%. Ma Bitonto ha fatto di peggio: nell’arco temporale considerato, l’incremento è stato del 32%. Circa un 8%  di incidenza l’anno. Adesso provate ad immaginare sino al 2022 dove si sia potuto attestare l’incidenza dell' inquinamento ambientale.

Giancarlo Vincitorio ha parlato con i cittadini bitontini e reso pubblico che nella città di Bitonto sono molte le antenne telefoniche attive: al catasto regionale dell’Arpa ne risulterebbero almeno 10 tralicci di operatori diversi e il dato è riferito al solo centro urbano. Sarà interessante verificare gli altri elementi. Diventa molto utile, anche per questo, la procedura avviata da Giancarlo Vincitorio.