Mar11122018

Ultimo aggiornamentoLun, 26 Nov 2018 1pm

Maxi operazione antidroga: i nomi degli arrestati nella province di Lecce, Bari e Brindisi

E' 41 il numero totale di persone arrestate nelle province di Lecce, Bari e Brindisi per un traffico di droga scoperto dai carabinieri. A 11 di loro sono stati concessi gli arresti domiciliari mentre per tutti gli altri c'è il carcere. Sono accusati, a vario titolo, di associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, detenzione ai fini di spaccio, estorsione, detenzione e porto illegale di armi.

La droga nel Salento arrivava con i rifornimenti fatti da un clan malavitoso barese che a sua volta si approvvigionava mediante corrieri albanesi.

Dall'Albania a Bari e dal capoluogo di regione al Salento. Questo è il tragitto che faceva la droga. La complessa e vasta operazione antidroga è stata avviata dalla indagini effettuate nell'ottobre 2015 dai carabinieri della stazione Specchia (Lecce) con il supporto dei nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Tricase (Lecce). Le indagini, protratte sino al dicembre 2017, sono state indispensabili per conoscere le attività delinquenziali di 2 organizzazioni malavitose. Una era composta da alcuni delinquenti del quartiere 167 di Lecce che gestivano principalmente il traffico di droga nei comuni leccesi di Taurisano e Corsano. L'altra, più ampia, era strutturata a Terlizzi, nel Barese, e si riforniva di droga proveniente dall'Albania. Un'organizzazione che aveva basi operative a Triggiano e Tricase e che gestiva il traffico di sostanze stupefacenti in numerosi comuni sia della provincia di Lecce che del Brindisino.

L'operazione antidroga, eseguita dai carabinieri del comando provinciale di Lecce con il coordinamento della procura antimafia, è stata denominata “short message”. Gli indagati risultano essere complessivamente 55 ma il Gip Cinzia Vergine ha accolto la richiesta di arresto presentata dal sostituto procuratore presso la DDA, Valeria Farina Valaori, per 41 di loro.

Questi i nomi degli arrestati: Ivan Abate, 39enne di Taurisano; Stefano Bleve, 40enne di Corsano; Antonio Calò, 46enne leccese noto come "Nano"; Omar Alberto Caloro, 28enne di Tricase; Omar Capece, 28ene di Alessano; Giulio Carangelo, 50enne di Taurisano noto come "Chiacchiera"; Donato Rosario Colona, 42enne di Taurisano noto come "Zappa"; Roberto Corpus, 53enne di Lecce; Dario De Angelis, 29enne di Tricase; Mario De Luca, 42enne leccese; Michela De Ruvo, 30enne di Terlizzi; Giambattista De Sario, 43enne di Terlizzi noto come "Rocky"; Roberto Dello Russo, 38enne di Terlizzi noto come "Malandrino"; Paolo Ficco, 39enne di Terlizzi; Luca Andrea Frattolillo, 33enne di Tricase;  Luca Frisone; 47enne leccese noto come "Frisa"; Alessandro Manni, 46enne di Taurisano, noto come "Mesciu"; Sergio Margoleo, 26enne di Ugento; Gianni Martella, 32enne di Corsano; Simone Martella, 35enne di Tiggiano noto come "Moto"; Pasquale Nestola, 49enne di Collemeto, noto come "Ciccio"; Antonio Orlando, 27enne di Corsano; Sergio Panarese, 34enne di Tricase noto come "Fragola"; Nadia Pispero, 48enne di Taurisano; Antonio Rizzo, 33enne di Taurisano noto come "Maiato"; Giovanni Rizzo, 50enne di Taviano noto come "Collana"; Pamela Rizzo, 26enne di Tricase; Stefano Schirinzi, 26enne di Tiggiano noto come "Servola"; Teodoro Vindice, 52enne di Brindisi noto come "Padre"; Matteo Zocco, 23enne di Corsano.

Sono invece agli arresti domiciliari: Eros Calabrese, 31enne di Corsano; Rocco Ciullo, 22enne di Morciano di Leuca; Alessandro De Iaco, 35enne di Poggiardo; Emanuela Elia, 43enne di Tricase nota come "Mena"; Cristian Fortiguerra, 32enne di Tricase noto ocme "Crigu"; Nadir Frisullo, 25enne di Tricase; Massimiliano Petracca, 40enne di Castrignano del Capo; Simone Piani, 29enne di Alessano; Donato Angelo Rainò, 51enne di Taviano noto come "Donatello"; Roberto Santo, 44enne leccese detto "Gemello"; Salvatore Savarelli, 24enne di Gagliano del Capo. (R.T.)