Ven19082022

Ultimo aggiornamentoVen, 12 Ago 2022 7am

“Io e la Regione Puglia siamo a disposizione per qualsiasi attività serva ad inaugurare una nuova stagione di legalità a Foggia e in tutta la Puglia”.

Così il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola ha risposto all’appello che questa mattina il Senatore Dario Stefàno, attraverso le pagine del quotidiano La Gazzetta del Mezzogiorno, gli ha rivolto sulla necessità di avviare a Foggia e in Capitanata una nuova stagione della legalità “per combattere il silenzio, vincere sulla violenza e sconfiggere la mafia”.

“Non si può non raccogliere positivamente l’appello del Senatore Dario Stefàno affinchè si costruisca, a Foggia e in Capitanata, una forte e limpida mobilitazione contro la violenza del racket e dei clan – ha detto il Presidente - occorre rompere quella barriera di omertà e di grave sottovalutazione che rende talvolta invisibile quella cosa immonda che si chiama mafia. Gli omicidi, le bombe, le minacce, le estorsioni ai commercianti, il caporalato, le entrature nel mondo economico e nel mondo politico; tutto questo non è solo cronaca nera e non si può solo, a tutto questo, reagire con la repressione. La repressione serve se è efficace, costante e capace di colpire i manovali ma anche i registi delle reti criminali. Ma oltre la repressione serve la ribellione sociale, la rivolta delle coscienze contro chi ferisce la convivenza e minaccia la vita democratica. Per queste ragioni – ha concluso Vendola - io e la Regione Puglia siamo a disposizione per qualsiasi attività serva ad inaugurare una nuova stagione di legalità a Foggia e in tutta la Puglia”.