Mar25062019

Ultimo aggiornamentoLun, 17 Giu 2019 7pm

La giunta regionale sblocca alcuni procedimenti amministrativi in materia di lavori pubblici

Sbloccati e  velocizzati alcuni procedimenti amministrativi in materia di lavori pubblici. Questo il contenuto di importanti direttive emanate dalla giunta regionale che ha accolto le proposte esaminate dalla quinta Commissione consiliare Ambiente e Assetto del Territorio, su proposta del vice presidente Mario Pendinelli. 
“Si tratta di tre problematiche risolte senza introdurre nuove norme, ma dando una interpretazione coordinata di quelle esistenti – spiega il consigliere regionale del gruppo civico “Emiliano sindaco di Puglia – e interessano immobili e locali commerciali. In particolare viene risolta la questione dell’agibilità che riguarda costruzioni regolari per le quali era stato omesso il solo deposito dei calcoli strutturali. Vengono, invece, escluse da alcune incombenze le zone a bassa sismicità, come le province di Lecce, Brindisi e Taranto mentre la terza problematica risolta interviene sul procedimento amministrativo di sanatoria svincolando l’autorizzazione dall’attesa della fine dell’iter penale. La stessa autorità giudiziaria ha ritenuto non conforme alla norma statale la prassi di vincolare l’autorizzazione per la sanatoria ex art. 94 alla conclusione del procedimento penale. Queste direttive – conclude Pendinelli – hanno una ricaduta importante di carattere economico e di semplificazione e velocizzazione dei procedimenti amministrativi in una materia di grande portata come quella dell’edilizia”.