Mar25062019

Ultimo aggiornamentoLun, 17 Giu 2019 7pm

I dubbi e le critiche sulla gestione della fiera campionaria. COR: Emiliano venga in Consiglio a discutere

Cosa succede in Fiera? Oltre le “pompose” inaugurazioni e la sfilata di presidente e assessori regionali in decine e decine di convegni in questi giorni, cosa sta davvero succedendo alla più importante Campionaria del Mezzogiorno?

Se lo chiede il presidente del gruppo regionale dei Conservatori e Riformisti, Ignazio Zullo, che annuncia un'interrogazione da parte del gruppo COR al presidente Emiliano e all’assessore Capone. Zullo afferma che il gruppo COR ha raccolto alcune denunce di allestitori storici cancellati e da aziende che, pur avendo acquisito il diritto ad utilizzare i padiglioni che- con voto unanime erano stati messi nella disponibilità di tutti- si sono visti negare tale diritto a favore di un’associazione. E’ così? "Non vorremmo -afferma Zullo - che alla vigilia della privatizzazione, che ci trova favorevoli, agli atavici problemi se ne aggiungano altri. Specie dopo gli sforzi compiuti negli ultimi tre anni di gestione Ugo Patroni Griffi che ha ridotto enormemente i debiti e avviato il processo di collaborazione con la Bologna Fiere".

"Ovviamente, persiste forte in noi la convinzione che  - dichiara Zullo - il commissariamento della Fiera sia stato forzato con la nomina di un sub commissario, non previsto dallo Statuto, e con un azzeramento del Consiglio generale e delle vari commissioni permanenti, sui quali anche i revisori dei conti avevano molte perplessità. Tenuto conto che siamo perplessi anche sul fatto che il commissario abbia  i poteri straordinari necessari per l'operazione di privatizzazione con Bologna Fiere. Infine, ma non ultima, la nostra preoccupazione riguarda i dipendenti, il cui grido d’allarme non smette di farci dormire sonni tranquilli! Ai dipendenti che vengono già da un anno di solidarietà vengono paventati tagli di personale e di stipendi. Mentre alcuni enti, vedi Acquedotto pugliese, che avrebbe dovuto assorbire alcune professionalità pare abbia proceduto ad altre assunzioni".

"Di tutto questo - conclude Zullo - vorremmo che ora che il presidente ha finito i suoi show quotidiani in Fiera venga a parlare in Consiglio".