Lun09122019

Ultimo aggiornamentoMar, 19 Nov 2019 1pm

A Brindisi per il Barocco Festival il più bravo musicista di chitarra e tiorba

Continua a riscuotere interesse e successo la XVII edizione del Barocco Festival, rassegna internazionale di musica antica. 

Dopo il successo riscosso nella serata inaugurale a San Vito dei Normanni nello splendido Chiostro dei Domenicani, il direttore artistico del Barocco Festival, Cosimo Prontera, vuole continuare a stupire il suo pubblico con il terzo appuntamento in cartellone. La scelta della location questa volta è il Convento Santa Chiara di Brindisi. L’appuntamento è alle ore 21 di oggi, domenica 24 agosto. Ad esibirsi è l’ensemble le “Nuove Musiche” con Rolf Lislevand (tiorba), Andrè Lislevand (viola da gamba bassa) e David Mayoral (percussione).

Agli intenditori della buona musica non può certo sfuggire che con questo concerto il maestro Prontera è riuscito a far venire a Brindisi Rolf Lislevand: è tra i più grandi tiorbisti e suonatori di chitarra barocca al mondo. Di lui si parla anche come uno dei più abili improvvisatori, proprio come era richiesto nel Seicento. Infatti, proprio in quel periodo alcuni musicisti stendevano quasi un prontuario di improvvisazione, parliamo di Vincenzo Giustiniani, Silvestro Ganassi, Riccardo Rognoni o alcuni compositori che nei sottotitoli delle loro raccolte scrivevano: Opere tutte da sonare... oppure per ogni sorta di istromento ... ad indicare la libertà assoluta nel quale l’esecutore del tempo si muoveva. E’ in questo mondo in progress che il maestro norvegese, tiorbista, liutista dipana le sue idee: dall’incantevole ortodossia alla sfrenata libertà di un repertorio strumentale in gran parte italiano, ma anche spagnolo, del primo barocco.

Il risultato, come confermano gli innumerevoli successi avuti negli anni da questi artisti, non mancherà di sorprendere favorevolmente anche il pubblico brindisino.

Uno dei tanti meriti che ha il Barocco Festival è proprio questo: riuscire a portare in provincia di Brindisi musicisti di caratura mondiale che tanti palcoscenici internazionali si contendono. Il particolare che appare paradossale è che mentre in altri luoghi del mondo per assistere ai concerti di questi artisti eccezionali si è ben contenti di pagare costosi biglietti d’ingresso, il Barocco Festival, in linea con il proposito di divulgare il più possibile la cosiddetta musica colta, garantisce, con l’aiuto degli sponsor e il patrocinio delle amministrazioni, la gratuità di tutti i suoi eventi.

 

Questo il programma completo della serata:

Johann Hieronymus Kapsberger (1580 ca – 1651)

Toccata Ottava

dal Libro primo d'intavolatura di chitarrone ...1611

 

Bernardo Gianoncelli (? – prima 1650).

Corrente

(Roma 1611)

 

Alessandro Piccinini (1566 –1638 ca.)

Toccata

da Intavolatura di chitarrone, Bologna, ...1624

 

Johann Hieronymus Kapsberger

Canarios.

da Libro Quarto D´Intavolatura di Chitarone ... Roma 1640

 

Girolamo Frescobaldi (1583 - 1643)

Toccata

Passacalles

da Il primo libro di toccate d'intavolatura ... 1615

 

Alessandro Piccinini

Ciaccona

Capona

da Intavolatura di chitarrone, Bologna, ... 1639

 

Anonym

Home Again

da manoscritto Board

 

Francesco Canova da Milano (1497 - 1543)

Canon

La Spagna

da Intabolatura di lauto del divino ... 1543

 

Thomas Robinson (1560 ca – 1610)

Passamezzo

da The Schoole of Musicke, London, ...1603

 

Diego Ortiz (1510 – 1570)

Recercada II

da Trattado de glosas, ... 1553

 

Johann Hieronymus Kapsberger

Toccata arpeggiata.

dal Libro primo d'intavolatura di chitarrone ...1611

 

Biografia

Rolf Lislevand nasce a Oslo nel 1961. Dal 1980 al 1984 studia chitarra classica presso l'Accademia di Musica di Stato della capitale norvegese. Entra poi nella Schola Cantorum Basiliensis in Svizzera dove prosegue i suoi studi con Hopkinson Smith e Eugéne Dombois fino al 1987. Successivamente viene invitato da Jordi Savall a collaborare con le sue formazioni Hespérion XX, La Capella Reial de Catalunya e Le Concert des Nations. Acquista quindi una perfetta conoscenza della musica francese per viola da gamba del XVII secolo con il grande maestro catalano e della musica vocale spagnola del XVI e XVII secolo con Montserrat Figueras. Nel 1987 si stabilisce a Verona (Italia) dove inizia un percorso di ricostruzione dell'autentica maniera di suonare la musica italiana della prima meta' del seicento. Forma il gruppo Ensemble Kapsberger e dal 1993 le sue registrazioni, sia con il gruppo che come solista, escono per l'etichetta AUVIDIS/NAIVE. Il suo primo disco, tratto dalla musica di Hieronymus Kapsberger, ottiene critiche calorose nonche' il “Diapason d’Or dell’ anno 1994”, viene eletto “Migliore Disco di musica strumentale prima del 1650” al MI DEM, fiera internazionale di musica di Cannes e “Critic’s choice” dalla rivista Gramophone nel 1995. I successivi albums, portano avanti la sua idea di un’interpretazione basata su un equilibrio sottile tra la ricerca musicologica più attuale e l’ispirazione e creatività di un musicista con una cultura musicale europea del 21esimo secolo, sforzandosi il più possibile di restare attinente allo stile supposto autentico dell’epoca. Rendersi conto che più elementi essenziali per l’interpretazione della musica del 17esimo e 18esimo secolo non sono recuperabili dalle risorse attualmente disponibili, gli fa concludere che l’assenza di queste informazioni dovrà portarlo all’ispirazione, piuttosto che alla frustrazione! Con l’ensemble Kapsberger propone quindi nuove concezioni artistiche delle musica strumentale del 17esimo secolo, come una revisione della tradizione attuale della musica antica. Le sue interpretazioni delle opere di Kapsberger, Santiago de Murcia, Gaspar Sanz e di compositori oggi meno noti, hanno dato una nuova spinta a tutta una generazione di musicisti. Lislevand reintroduce elementi ritmici, di improvvisazione reale, una maestria meravigliosa dei timbri e restituisce il valore della tradizione della musica di un tempo al pubblico dei nostri giorni. Il risultato di questi continui studi e ricerche è splendidamente sintetizzato nel CD Nuove Musiche uscito per la casa discografica ECM nel 2006. Attualmente si esibisce in diversi festival in Europa, negli Stati Uniti e in Oriente, come solista o direttore del suo gruppo e si occupa attivamente della sua classe di musica antica a Trossingen (Germania) dove sviluppa un concetto d’insegnamento corrispondente ad uno spirito di tempo diverso dal nostro, in accordo con un'idea umanistica dell’uomo e della sua espressione artistica.

 

Il Barocco Festival ‘Leonardo Leo’ è patrocinato da Unione Europea, Regione Puglia (assessorato dalla Cultura, Turismo e Mediterraneo), Città di San Vito dei Normanni (assessorato alla Cultura), Città di Brindisi, Provincia di Brindisi, con la fattiva collaborazione del Comune di Mesagne (assessorato alla Cultura). Sponsor: Enel Green Power, Ance Brindisi, Autorità Portuale di Brindisi, Stp Brindisi, BancApulia, Giobet.it.