Gio28052020

Ultimo aggiornamentoLun, 25 Mag 2020 8am

Per i Democratici e Progressisti la povertà dovrà essere priorità nell’agenda dei governi regionale e nazionale

Il consigliere regionale Ernesto Abaterusso è tra coloro che prendono parte alla costituzione di  “Articolo 1 – Movimento Democratici e Progressisti”. Abaterusso chiarisce che il nascente movimento politico concentrerà la sua azione soprattutto sulla povertà nel Mezzogiorno e cita i dati al Sud e in Puglia.  “Nel nostro paese esiste un problema di difficoltà oggettiva per tante famiglie.
I dati nudi e crudi forniti dall’Istat - afferma Abaterusso - disegnano un quadro drammatico: in Italia 1,5milioni di famiglie versano in condizioni di povertà e di queste 744mila si trovano nel Mezzogiorno. Sono gli indicatori questi di un’incertezza di fondo di fronte ad un quadro economico e sociale allarmante e a un calo dei livelli di benessere da anni ormai costante. Se una famiglia oggi è costretta a vendere le proprie fedi nuziali per portare un pasto a casa, questo la dice lunga su quanto ancora l’offerta sia distante rispetto alle reali esigenze delle persone.
Voglio ricordare – qualora ce ne fosse bisogno – che il contrasto alla povertà e al disagio sociale dovrebbero sempre restare una priorità per chi si occupa della cosa pubblica. In Puglia lo sappiamo bene e per questo abbiamo approvato – prima Regione in Italia – il Reddito di Dignità. Ma ciò non basta.
Di fronte a dati così preoccupanti la classe dirigente tutta, tanto a livello regionale quanto a livello nazionale, ha il dovere - afferma Abaterusso - di scommettere sul futuro costruendo strumenti più idonei ad arginare il gravissimo fenomeno della povertà. È una sfida difficile, ma non possiamo voltare le spalle di fronte alla debolezza e alle difficoltà di tante persone. Il rischio sarebbe quello di minare la tenuta dell’intero territorio regionale e nazionale e di non dare una speranza al futuro dei giovani e dei nostri figli. Quello della dilagante povertà è il tema principale su cui si concentrerà l’azione del nascente “Articolo 1 – Movimento Democratici e Progressisti” e sarà parte fondamentale delle richieste che verranno fatte dai suoi gruppi parlamentari per essere inserite - conclude Abaterusso - come priorità nell’agenda del governo”.