Ven03122021

Ultimo aggiornamentoGio, 02 Dic 2021 5pm

Forza Italia boccia ipotesi accorpamenti delle ASL pugliesi

“Le dichiarazioni di Vendola e del Pd, che immaginano un ulteriore accorpamento delle Asl pugliesi, fanno paura e rappresentano un disastro da evitare per la sanità pugliese. Ci viene da domandarci che rapporto ci sia tra la Giunta e i direttori generali perché, evidentemente, la sinistra regionale non ha letto le controdeduzioni di Colasanto ai rilievi del Mef, in cui il dg individua nell’accorpamento, operato nel 2006, la causa madre dell’impossibilità gestionale dell’Asl Bari”. Lo dichiara il Presidente del Gruppo regionale di Forza Italia, Ignazio Zullo.
“Se il centrodestra vincerà le elezioni – aggiunge - è certo che percorrerà la direzione opposta nel riformare la sanità pugliese. Colasanto ha dichiarato che gli accorpamenti hanno provocato ricadute disastrose producendo quel disordine organizzativo denunciato dagli ispettori ministeriali. Noi, invece, abbiamo un’altra idea di sanità. Pensiamo a una sanità con una dirigenza rafforzata e rispettata nella sua dignità umana e professionale, con un livello di autonomia e indipendenza funzionale al raggiungimento degli obiettivi concordati nell’uso corretto del budget assegnato. Avremo la capacità di inaugurare un nuovo corso per creare un clima favorevole alla produttività in funzione dei bisogni di salute degli assistiti e non dei partiti, delle primarie, delle secondarie, ecc… Per questo, invitiamo Vendola e il Pd a recedere da questa volontà”.
“D’altronde, devono temporeggiare solo qualche mese – conclude Zullo - perché al  resto penseranno i cittadini, donando alla Puglia un’alternanza di governo quanto mai utile e necessaria".