Sab28032020

Ultimo aggiornamentoVen, 27 Mar 2020 11am

Tutti i nomi degli arrestati per operazione Final Blow

C'è anche una nonna di 80 anni tra i 72 arrestati nel Leccese per l'operazione antimafia Final Blow. Gli indagati risultano essere 102. Tutti i nomi degli arrestati. 

L'operazione è stata eseguita dalla Polizia dando esecuzione ad un'ordinanza chiesta dal sostituto procuratore Direzione Distrettuale Antimafia, Valeria Farina Valaori, ed emessa dal Gip del Tribunale di Lecce. 

Gli arrestati sono accusati, a vario titolo, di traffico di droga, possesso di armi, gioco d'azzardo, estorsioni, associazione di stampo mafioso. 

Sono stati arrestati ed ora sono in carcere: Angelo Brai, 47 anni, di Merine di Lizzanello; Maurizio Pasquale Briganti, 51 anni, di Lecce;  Salvatore Bruno, 54 anni, di Lizzanello; Debora Buscicchio, 30 anni, di Lecce; Luigi Buscicchio, 63 anni, di Lecce; Andrea Cafiero, 29 anni, di Lecce; Dario Calogiuri, 40 annui, di Lecce;  Cristian Calosso, 34 anni, di Lecce; Stefano Castrignanò, 33 anni, di Lecce; Riccardo Cozzella, 33 anni, di Trepuzzi; Nicolas De Dominicis, 23 anni, di Vernole; Santo Gagliardi, 55 anni, di Lecce; Stefano Garrisi, 32 anni, di Caprarica; Manuel Gigante, 39 anni, di Lecce; Leandro Greco, 41 anni, di Lecce; Paolo Guadadiello, 33 anni, di Squinzano; Stefano Guadadiello, 36 anni, di Squinzano; Fabio Lanzillotto, 36 anni, di Galatone; Luigi Lazzari, 45 anni, di Cavallino; Francesco Leo, 35 anni, di Caprarica; Antonio Leto, 30 anni, di Caprarica; Raffaela Lodeserto, 54 anni, di Leverano; Vito Manzari, 61 anni, di Lecce; Giuseppe Marzano, 54 anni, di Galatone; Graziano Mazzarelli, 29 anni, di Lecce; Luciano Mazzei, 32 anni, di Calimera; Astrit Mehmeti, 56 anni, di Lizzanello; Mario Miccoli, 50 anni, di Lecce; Stefano Monaco, 30 anni, di Lecce; Sebastiano Montefusco, 47 anni, di Galatone; Gianluca Negro, 35 anni, di Surbo; Giovanbattista Nobile, 35 anni, di Lecce; Valentino Nobile, 30 anni, di Surbo; Gianluca Palazzo, 45 anni, di Lecce; Francesco Panese, 25 anni, di Calimera; Antonio Marco Penza, 37 anni, di Lecce; Vito Penza, 34 anni, di Lecce; Andrea Pepe, 64 anni, di Lecce; Antonio Pepe, 59 anni, di Lecce; Cristian Pepe, 36 anni, di Lecce; Fabio Pepe, 47 anni, di Lecce; Ruggerro Perrotta, 45 anni, di Melendugno; Giovanni Persano, 39 anni, di Lecce; Paolo Pici, 51 anni, di Lecce; Shkelzen Pronjaj, 35 anni, albanese, residente a Lizzanello; Gabriele Russo, 28 anni, di Galatone; Guerino Russo, 49 anni, di Galatone; Cristian Salierno, 37 anni, di Lecce; Giuseppe Sammito, 41 anni, di Otranto; Andrea Saponaro, 29 anni, di Lecce; Vincenzo Stippelli, 42 anni, di Squinzano; e Luigi Vergine, 46 anni, di Squinzano.


Il beneficio degli arresti domiciliari è stato invece concesso ad Alvaro Basi, 28 anni, di Lecce; Riccardo Buscicchio, 49 anni, di Lecce; Cengs De Paola, 45 anni, di Acquarica Del Capo; Rita Greco, 78 anni, di Lecce; Gennaro Hajdari, 37 anni, residente al campo Panareo di Lecce; Vincenzo Lanzillotto, 40 anni, di Galatone; Antonio Leo, 33 anni, di Caprarica; Anna Lodeserto, 57 anni, di Lecce; Michele Lodeserto, 51 anni, di Lecce; Mattia Marzano, 29 anni, di Galatone; Vincenzo Modesto, 30 anni, di Squinzano; Daniele Monaco, 34 anni, di Lecce; Roberto Patera, 42 anni, di Galatone; Samuele Prete, 25 anni, di Galatone; Salvatore Stefanizzi, 31 anni, di Squinzano; Luca Vantaggiato, 35 anni, di Lizzanello; e Susanna Vonghia, 54 anni, di Galatone.
E' stato imposto invece solo l'obbligo di dimora a Marco Balloi, 40 anni, di Surbo e per Francesco Portulano, 61 anni, di Lecce.

Altre persone, riconducibili ugualmente ai clan mafiosi di Pepe e Briganti, sono ancora ricercate dalla polizia per essere arrestate. (R.T.)