Lun25052020

Ultimo aggiornamentoDom, 24 Mag 2020 7am

Piano di riordino ospedaliero. Manca una bozza ufficiale

“Reparti da accorpare, posti letto che viaggiano da un ospedale ad un altro, strutture che si chiudono o forse no… ormai sono giorni e giorni che i maggiori quotidiani della regione pubblicano notizie relative al Piano di Riordino sanitario che il presidente Emiliano avrebbe già operato senza che né i territori, né noi consiglieri regionali siano stati informati. Di conseguenza si sta diffondendo, specie fra gli operatori sanitari, un allarmismo (forse anche eccessivo, ma giustificabile) che non riesce a trovare assicurazioni politico-istituzionale.

”Questa è la dichiarazione congiunta dei consiglieri regionali del Gruppo Conservatori e Riformisti Ignazio Zullo, Erio Congedo, Luigi Manca, Renato Perrini e Francesco Ventola.
“Eppure avevamo non poco apprezzato la volontà espressa da Emiliano, durante l’ultima seduta del Consiglio regionale, di accogliere la nostra proposta di un Piano condiviso prima ancora di essere adottato dalla Giunta. Avevamo davvero creduto che dietro l’accoglimento della nostra richiesta vi fosse la volontà di analizzare con noi, ma con i territori soprattutto, le difficili scelte che devono essere operate. E, invece, dal giorno dopo ci siamo resi conto che la bozza non è sicuramente arrivata in Giunta, così come avevamo richiesto, ma che sui quotidiani appare come definitiva. Insomma, altro che condivisione e partecipazione.
A questo punto chiediamo al presidente che al più presto sia reso noto il Piano che intende realizzare, in modo che quell’operazione di ascolto dal basso possa essere svolta da chi, come noi, intende davvero coinvolgere tutte le parti interessate dal Riordino”.