Gio28052020

Ultimo aggiornamentoLun, 25 Mag 2020 8am

Sit-in per l'ospedale di Grottaglie

Tutelare il futuro dell’ospedale “San Marco” è di fondamentale importanza per l’intera provincia ionica. Richiedere la salvaguardia del presidio di Grottaglie, infatti, non è un gesto campanilistico, ma un atto indispensabile per preservare il diritto alle cure ospedaliere e alla salute della nostra cittadinanza.”

E' quanto si legge in una nota del presidente della II Commissione, Cosimo Borraccino.

“Premesso che ad oggi per il nosocomio grottagliese non è prevista la chiusura, i numeri e le necessità territoriali non ne permettono un ampio ridimensionamento.
Nel 2015 si contano 560 nascite, 800 interventi e 21.000 accessi al Pronto Soccorso. Numeri che, se dovessero essere sommati a quelli del presidio ospedaliero centrale del Santissima Annunziata, rischierebbero di paralizzare  il servizio sanitario ionico.
Si rende perciò essenziale stimolare l’Asl di Taranto e la Regione Puglia affinché il Pronto Soccorso dell’Ospedale di Grottaglie non venga trasformato in Posto di Primo Intervento e il Punto Nascita sia mantenuto aperto.
È per questo che il prossimo sabato 23 gennaio alle 9:00, sarò accanto a coloro che scenderanno in piazza in difesa del “San Marco”.
La mia presenza alla manifestazione di sabato mattina sarà simbolica, rispetto al costante impegno nei confronti dell’ospedale di Grottaglie, che continua anche e soprattutto a livello istituzionale. Affronterò infatti venerdì prossimo in qualità di componente della  Commissione Sanità della Regione Puglia, alla presenza del Presidente Michele Emiliano, queste problematiche.