Lun25052020

Ultimo aggiornamentoDom, 24 Mag 2020 7am

Lacarra. "Creare una rete oncologica sul territorio pugliese"

“Creare una vera rete oncologica sul territorio pugliese, in modo da consentire ai malati di tumore di essere assistiti in ogni fase della malattia. Non è possibile, come ho sentito, che dopo l’intervento oncologico il chirurgo dica al paziente che può recarsi dall’oncologo che ritiene e proseguire le cure. Invece, deve esserci un coordinamento attraverso una rete che lo tuteli in tutti i momenti”.
Lo ha detto il consigliere regionale Marco Lacarra (Pd), questa mattina, durante la discussione in III commissione (sanità, servizi sociali) sui due disegni di legge relativi alle “Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione 2016 e pluriennale 2016-2018” e al “Bilancio di previsione della Regione Puglia per l’esercizio finanziario 2016 e pluriennale 2016-2018” e sul Documento economico finanziario regionale (Defr 2016).
Lacarra ha chiesto che il Governo regionale si impegni a stanziare risorse per la realizzazione delle rete oncologica. E la sua proposta ha trovato accoglimento da parte dell’assessore regionale al Welfare, Salvatore Negro, presente alla seduta di commissione.
Il consigliere ha anche fatto una proposta sulle ‘officine ortopediche’, allo scopo di uniformare i costi dei materiali (letti, materassi e altro) forniti alle aziende sanitarie. “Occorre fare una procedura di gara aperta che consenta il convenzionamento a parametri di prezzo prestabiliti”, ha spiegato. “Attualmente ogni Asl ha dei parametri diversi dalle altre. Invece, occorre prestabilire un prezzo unico, al quale potrebbero convenzionarsi tutte le imprese che lo vorranno. Questo consentirebbe di evitare le gare al ribasso e consentirebbe agli utenti – ha concluso Lacarra - di potersi rivolgere all’azienda più vicina, tutelando in questa maniera anche l’economia pugliese”.