Lun25052020

Ultimo aggiornamentoDom, 24 Mag 2020 7am

Riordino ospedaliero. Al Fazzi previsti 12 posti letto in Chirurgia vascolare

“Gli ospedali pubblici della provincia di Lecce continuano ad essere sprovvisti del servizio di chirurgia vascolare.
La cronaca di questi anni certifica che alcuni pazienti sono deceduti proprio mentre venivano trasferiti da un ospedale all’altro. È evidente che tale situazione non può permanere.
Come hanno più volte spiegato i medici, nel caso di aneurismi nei vasi arteriosi o venosi, il fattore tempo è decisivo.”

E' quanto scrive in una nota il Consigliere regionale del PD, Ernesto Abaterusso che ha presentato, al Presidente Emiliano, una interrogazione urgente sulla questione.

 
“Un salentino che viene colpito da una patologia così grave non può affidarsi solo alla buona sorte.
Ecco perché è inaccettabile che in un ospedale come il ‘Fazzi’ continui a mancare  il reparto di chirurgia vascolare. 
E forse ex assessori alla sanità, piuttosto che competere in demagogia con i grillini, farebbero meglio a dire perché, nonostante gli impegni scritti nelle delibere, non sono stati capaci di attivare i posti letto previsti dalla programmazione regionale.
Pur dentro una politica di tagli e di chiusure, imposte dai vari piano di rientro, infatti, la Regione ha deciso sin dal giugno 2012 (delibera n. 1110/ 2012) di istituire il servizio di chirurgia vascolare con 10 posti letto. 
Oggi, con il riordino approvato dalla Giunta regionale, i posti letto previsti sono 12. Era la risposta che aspettavano i cittadini e gli operatori. Ma quando saranno effettivamente operativi?
Confido nella determinazione del Presidente Emiliano e nella direzione della ASL.
Attivare i 12 posti letto significa dare un servizio vitale a chi è colpito da patologie gravi, evitare di sballottare i pazienti nelle ambulanze, salvare vite umane. E dimostrare, infine, che il piano approvato dal Governo regionale non consiste solo in tagli e chiusure ma anche nell’attivazione di importanti presidi sanitari al servizio dei cittadini”./comunicato