Lun25052020

Ultimo aggiornamentoDom, 24 Mag 2020 7am

Sono in attesa da tempo del nulla osta per il trasferimento numerosi infermieri delle Asl di Taranto, Brindisi e Bari

“Sto per presentare un’interrogazione in Consiglio regionale per chiedere al presidente della Giunta nonché assessore alla Sanità, Michele Emiliano, di mettere in campo tutte le iniziative necessarie al fine di uscire dalla situazione di impasse in cui sono costretti a vivere gli infermieri da troppo tempo in attesa del nulla osta necessario per il trasferimento.” -E' quanto scrive in una nota il Ernesto Abaterusso - 

“E l’ho fatto anche mosso dall’incontro avuto la settimana scorsa tra il Direttore generale della Asl di Bari Vitangelo Dattoli, il referente regionale dell’USB Gianni Palazzo e una delegazione di collaboratori sanitari infermieri del Policlinico di Bari. Un colloquio positivo durante il quale il Dg Dattoli ha garantito tutto il suo impegno per una tempestiva e positiva risoluzione del problema che da tempo coinvolge circa 100 infermieri in servizio nelle Asl di Bari, Taranto e Brindisi i quali, risultati idonei al concorso indetto nel 2013, vorrebbero poter rientrare a Lecce, città nella quale vivono e dove hanno famiglia.

Una vicenda che si trascina da troppo tempo e che lascia in tutti noi l’amaro in bocca.
Credo sia giunto il momento di impegnarsi seriamente, di porre fine ai continui rimpalli e rinvii e di rimboccarci tutti le maniche per dare a questi lavoratori e a queste lavoratrici le risposte che meritano e che aspettano da anni. Non è più accettabile la storia che vuole infermieri costretti a fare i pendolari e Aziende Sanitarie Locali che non vogliono lasciarli andare per timore di non riuscire a sostituirli.
Auspico pertanto che la Giunta regionale e in particolare il Presidente-Assessore Emiliano mostrino, come fatto in tante altre occasioni, tutta la loro sensibilità e intervengano perché le procedure possano essere portate a termine in modo rapido così da superare l’attuale situazione di stallo. Garantire ai cittadini un servizio sanitario adeguato passa anche da questo.