Gio28052020

Ultimo aggiornamentoLun, 25 Mag 2020 8am

Altra tegola contro la sanità pugliese: alcune nomine di primari ospedalieri sarebbero state fatte senza che i beneficiari fossero in possesso dei requisiti di legge

“Con ben due recenti interrogazioni consiliari, ho stigmatizzato alcune nomine primariali senza i requisiti previsti dalla legge, sollecitando la Giunta regionale a puntare sulla professionalità degli operatori sanitari. Oggi apprendiamo dalle parole del direttore del dipartimento regionale Sanità, che avevamo ragione". Lo dichiara il consigliere regionale di Forza Italia, Domenico Damascelli. “La meritocrazia e la trasparenza sono principi posti a garanzia della salute dei cittadini, anche se sono stati piuttosto bistrattati negli ultimi tempi. Auspico, perciò, che non accadranno più situazioni a dir poco incresciose che ho sollevato nelle mie interrogazioni, come i casi dei primari senza tutti i requisiti necessari per ricoprire il ruolo. Ebbene si, è accaduto in Puglia ed evidentemente la Regione non aveva esercitato a pieno il suo compito di controllo e vigilanza sull’operato delle direzioni generali delle asl. Nella nostra Puglia abbiamo medici di altissimo profilo che hanno tutte le carte in regola per guidare reparti e specialità con rigore ed efficienza. A loro vanno spalancate le porte della nostra sanità: a chi è più bravo, si diano più responsabilità. Noi, naturalmente, -conclude Damascelli- continueremo a vigilare e ci aspettiamo che la Giunta Emiliano mantenga la promessa fatta sui mass media, passando dalle parole ai fatti".