Dom31052020

Ultimo aggiornamentoVen, 29 Mag 2020 2pm

Critiche da Forza Italia: é aumentata la spesa farmaceutica e la Giunta Emiliano preferisce chiudere gli ospedali e tagliare i servizi

Cure dimagranti per la sanità pugliese e tagli indiscriminati ai servizi, chiusura di circa 30 ospedali e un disavanzo pauroso che richiederà ulteriori sacrifici e che è impossibile da sanare. E' questo il quadro che tratteggia Andrea Caroppo, presidente del Gruppo consiliare di Forza Italia alla Regione. “È evidente – dichiara Caroppo - che la Giunta Emiliano si muova in perfetta continuità con il passato e che non intenda avviare una seria spending review prima di tagliare i servizi ai cittadini”. Frasi forti pronunciate dopo che Michele Emiliano è stato ascoltato dalla commissione regionale sanità. “Ho chiesto di essere ascoltato questa mattina in commissione per fare il punto con i consiglieri sullo stato dell’arte che riguarda l’interlocuzione, con il governo nazionale, in merito al Piano di riordino che, voglio ribadire nuovamente in questa sede, non è stato assolutamente mai bocciato. Siamo in attesa del verbale dell’ultima riunione del tavolo romano che sancirà formalmente il giudizio positivo sul nostro piano di riordino”. Emiliano non nasconde di essere preoccupato per la spesa farmaceutica in Puglia (per altro anche la Corte dei Conti lo ha rilevato lo scorso anno e lo sta rilevando anche quest’anno) e la modalità di prescrizione della spesa farmaceutica. “L’analisi dei dati ricavati dal nostro sistema di informatizzazione della sanità -afferma Emiliano- ci consente di arrivare ai nomi dei medici che prescrivono in modo eccessivo. Su questo siamo in grado però di intervenire subito. Io chiamerò i medici, della cui buona fede assoluta io sono certo, e con loro vorrei stabilire una strategia. Sono certo che loro saranno i principali collaboratori della sanità pugliese per ridurre la spesa farmaceutica. Abbiamo tre mesi per prendere provvedimenti”.