Lun25052020

Ultimo aggiornamentoDom, 24 Mag 2020 7am

Le cifre della campagna di vaccinazione contro l'influenza in Puglia

Nel panorama italiano la Puglia registra dati incoraggianti in merito alle vaccinazioni antinfluenzali. Nel 2014/2015 le coperture vaccinali per tutte le fasce di età sono state del 14,9 (rispetto al 13,9 per cento italiano) mentre nel 2015/2016 la copertura per gli ultra sessantacinquenni è stata del 54,7 per cento, ben oltre il dato italiano che si è fermato al 49,9 per cento. Le conseguenze sui casi gravi e sulle morti sono evidenti: nel 2014/2015 ci sono stati in Puglia 62 casi gravi di cui 22 deceduti mentre nel 2015/2016 i casi gravi sono stati 9 di cui 5 deceduti. Nessuno dei casi gravi era vaccinato. Per la stagione 2016/2017 la regione Puglia ha acquistato un totale di 883.500 dosi di vaccino: la somministrazione è offerta gratuitamente alle donne che si trovano al secondo o al terzo trimestre di gravidanza, ai soggetti a rischio di complicanze per patologie pregresse o concomitanti, ai soggetti di età pari o superiore a 65 anni, agli operatori sanitari che hanno un contatto diretto con i pazienti e ad altri soggetti a rischio. Tutti gli altri, possono rivolgersi al proprio medico di famiglia e acquistare il vaccino in farmacia.

Per la prevenzione delle sindromi influenzali è bene ricordare alcune misure di igiene e protezione personale: lavare spesso le mani accuratamente con acqua e sapone, preservare la propria e l’altrui igiene respiratorie coprendo naso e bocca in caso di starnuto o tosse, restando a casa in caso di malessere e utilizzando delle mascherine se si hanno sindromi influenzali e si deve comunque frequentare ambienti sanitari o si deve stare a contatto con soggetti immunodepressi.

“La campagna di vaccinazione avviata durante la scorsa stagione ci ha dato ragione – dice Giovanni Gorgoni, Direttore Dipartimento Salute Regione Puglia – i dati non sono soggetti a interpretazioni: l’abbassamento di casi gravi e di morti è stato più che significativo. Il vaccino è sicuro e per molti, cioè per tutti i soggetti a rischio a partire dagli anziani, è una misura salva-vita. In questa stagione in maniera particolare si prevede una maggiore aggressività dei ceppi e per questo è meglio non farsi trovare impreparati”.

La Regione Puglia ha acquistato circa 883.000 dosi di vaccino, da destinare alle fasce a rischio della popolazione, bambini, anziani e malati cronici.