Mer03062020

Ultimo aggiornamentoVen, 29 Mag 2020 2pm

Dal 4 al 9 maggio 2017, più di 230 giovani artisti provenienti dal Mediterraneo e dall'Europa, esporranno le loro creazioni alla Bjcem, nelle città di Tirana e Durazzo.

Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha partecipato oggi a Tirana, nella sede del Ministero della Cultura albanese, alla conferenza stampa di lancio della Bjcem, la Biennale dei giovani artisti dell’Europa e del Mediterraneo, insieme alla Ministra Mirela Kumbaro, al Sindaco di Tirana Erion Velaj e al Sindaco di Durazzo Vangjush Dako e alla presidente della Bjcem Dora Bei.

Emiliano ha annunciato che la Puglia rientrerà nella Biennale, consegnando la lettera formale di adesione alla presidente Bjcem: “In passato - ha spiegato Emiliano - il rapporto tra la Bjcem e la Regione Puglia è stato fecondo di risultati importanti nella promozione della creatività giovanile nel contesto Euromediterraneo. Per questo motivo è intenzione della Regione Puglia riprendere la collaborazione con la Biennale alla vigilia dell'edizione dedicata all'Albania, alla quale partecipiamo su invito del Governo Albanese ed in particolare della Ministra della Cultura, Mirela Kumbaro. Questo invito ci ha dunque riavvicinato alla Biennale e ai suoi grandi obiettivi. Si aggiunga che le tematiche della manifestazione, con la loro tragica attualità, ci riportano ad una pagina della storia recente dell'Adriatico Meridionale, rappresentata icasticamente dal relitto della Kater I Rades trasformato dall'artista greco Costas Varotsos in un’opera dedicata all'umanità migrante e collocata nel porto di Otranto".

 “La Regione Puglia dunque – ha continuato Emiliano - sarà al fianco dell’Albania per rilanciare questa straordinaria occasione di crescita delle nostre comunità. Qui a Tirana abbiamo sottoscritto la nuova convenzione e ripreso questa importantissima collaborazione in tutti i campi artistici, dalla musica, alle arti visuali, passando per il teatro, tutto quello che può servire ai giovani del Mediterraneo per costruire provocazioni di pace e intelligenti creazioni che restituiscano al Mediterraneo il ruolo nella cultura mondiale che abbiamo perso molti anni fa”.

Nel corso della conferenza stampa, la Ministra della Cultura della Repubblica dell’Albania, Mirela Kumbaro, ha detto di “essere particolarmente felice che l’Albania, e in particolare le città di Tirana e Durazzo, diventeranno la CASA, la HOME dei giovani artisti creativi per il 2017”. La Ministra Kumbaro si è poi soffermato nella lunga e proficua collaborazione con la Regione Puglia, con un particolare ringraziamento al Presidente Emiliano, “per il celere e immediato supporto e per essere al fianco del Ministero nella biennale “Mediterranea18”.

“Siamo felici – ha concluso la Ministra - perchè con la Regione Puglia stiamo facendo un bel lavoro di squadra. Nella figura del Presidente Emiliano ho trovato un amico e un grande alleato per i nostri futuri progetti culturali. I nostri due paesi dell’Adriatico, la Puglia e l’Albania, faranno da traino a tutti gli altri paesi del Mediterraneo in questa bellissima iniziativa”.

Presente all'incontro anche Aldo Patruno, direttore del dipartimento Turismo e Cultura della Regione Puglia.
“Oggi abbiamo inoltre discusso di un'idea molto forte in occasione della Biennale dei Giovani Artisti che si terrà a Tirana/Durazzo il prossimo maggio - ha detto Patruno - Partendo dalla splendida opera L'Approdo - Opera all'Umanità migrante di Costas Varotzos realizzata nel 2011 a Otranto con la carcassa della Kater I Rades, intendiamo allestire una nave che riunisca una selezione di artisti del Mediterraneo in partenza dalla Puglia verso l'Albania, con installazioni, opere e performance di cui la nave risulterebbe contenitore e fucina. Un viaggio al contrario rispetto ai barconi albanesi di 25 anni fa e rispetto alle giornaliere tragedie del Mediterraneo. In nome della pace, della cultura, della vita".

Dal 4 al 9 maggio 2017, più di 230 giovani artisti provenienti dal bacino del Mediterraneo e dell'Europa, si incontreranno, si confronteranno ed esporranno le loro creazioni alla Bjcem, palcoscenico di risonanza internazionale, nelle città di Tirana e Durazzo.
Il titolo di questa 18^ edizione della Bjcem sarà “Mediterranea 18”, il concept della manifestazione è: History + cOnflict + dreaM + failurE = HOME
Arti visuali, performance teatrali, musica e letteratura saranno i principali settori esplorati dai protagonisti di questa edizione, aprendo così una piattaforma culturale per il dialogo tra artisti stranieri e nazionali e il pubblico. L’iniziativa mira a rafforzare nuove conoscenze e competenze nel dialogo interculturale attraverso l'arte e la cultura.
La rete della Biennale dei Giovani Artisti dell'Europa e del Mediterraneo (BJCEM), cui l'Albania aderisce a partire dalla fine del 2015, promuove e crea continue opportunità di formazione, mobilità, scambi, dialogo interculturale e reciproca conoscenza.

FacebookTwitter
Pin It