Ven15112019

Ultimo aggiornamentoLun, 11 Nov 2019 10am

TAR boccia la Regione Puglia per l’ordinanza Plastic free

Liberi dalla plastica? Sì ma non in Puglia. E’ stata bocciata la lodevole iniziativa della Regione Puglia che con una ordinanza aveva vietato l’utilizzo della plastica monouso nelle zone balneari. La bocciatura è opera del TAR della Puglia che, con effetto immediato, ha sospeso l’ordinanza della Regione dando quindi ragione ai ricorrenti: Mineracqua (associazioni produttori di acque minerali), Assobibe (produttori bevande analcoliche, Italgrob (distributori specializzati nella distribuzione Food&Beverage nel canale Horeca e Confida (distribuzione automatica).

La Regione Puglia con la sua ordinanza aveva vietato l’uso nei lidi balneari e nelle aree demaniali marittime di ogni tipo di contenitore di plastica per alimenti, tra cui le bottiglie in Pet, bicchieri e piatti e altri oggetti monouso.

L’efficacia del ricorso che ha sospeso la decisione della Regione è motivata in modo semplice: il soggetto competente ad emanare ordinanza su questo specifico argomento non può essere nessuna Regione ma soltanto lo Stato. L’applicazione della nuova direttiva UE sulle plastiche monouso è competenza dello Stato e non degli Enti locali. Il Tribunale amministrativo regionale della Puglia non poteva quindi giungere ad una diversa sentenza. Curioso è che il governatore della Puglia, Michele Emiliano, è un magistrato in aspettativa, cioè un uomo di Legge. (R.T.)