Sab29012022

Ultimo aggiornamentoVen, 28 Gen 2022 9am

Scafisti brindisini arrestati dopo inseguimento in mare

Maxi sequestro di marijuana a due scafisti brindisini dopo inseguimento in mare. Il valore complessivo della droga è stimato in circa quattro milioni di euro. A compiere l'operazione antidroga è stata la Guardia di Finanza che è riuscita a bloccare nel Canale d’Otranto l'ingente quantità di marijuana. Arrestati i due scafisti: sono brindisini di 51 e 66 anni, rispettivamente Antonio Zecca e Antonio Lococciolo, entrambi con precedenti penali proprio per traffico e detenzione di droga. Durante l'inseguimento i due scafisti hanno gettato in mare gli involucri contenenti la sostanza stupefacente che sono stati recuperati dai militari. L'intercettazione del natante in quel tratto tra l'Albania e la Puglia lascia facilmente capire che i due scafisti italiani fossero andati dall'altra parte dell'Adriatico proprio per acquistare la marijuana destinata allo spaccio sul mercato pugliese.