Ven14082020

Ultimo aggiornamentoVen, 14 Ago 2020 9am

Elisabetta Vetrugno morta nello scontro con bus carico di studenti

Una donna di 50 anni è morta questa mattina nello scontro tra un bus delle Ferrovie Sud Est che trasportava studenti e un'autovettura. L'incidente è accaduto a Mesagne, nel Brindisino. A perdere la vita è stata Elisabetta Vetrugno, di 50 anni, di San Pancrazio Salentino (BR), impiegata in una filiale di Lecce del Banco di Napoli. Viaggiava a bordo di un’Opel Astra insieme al marito, Cosimo Lotesoriere, e ad un parente. Quest'ultimo era alla guida. La donna era nel sedile posteriore e in quello accanto al guidatore c'era il marito. Gli uomini sono rimasti feriti lievemente. Per la donna invece è stato purtroppo inutile il trasporto d'urgenza all'ospedale “Antonio Perrino” di Brindisi. Il suo cuore ha cessato di pulsare durante il tragitto. L'incidente è accaduto alle 7,15 di questa mattina.

Il parente che trasportava i coniugi si era messo in viaggio per compiere un atto di pura cortesia: aveva accettato la richiesta di accompagnarli da San Pancrazio Salentino all'aeroporto "Papola Casale" di Brindisi. Vetrugno e suo marito, infatti, dovevano imbarcarsi su un aereo per recarsi a Milano. Nel bagagliaio dell'Opel c'erano le valige di quel viaggio. 

Ancora non chiare le dinamiche esatte dell'incidente. I rilievi sono affidati alla polizia del locale commissariato. Per ripristinare la viabilità è intervenuta la polizia municipale che è rimasta sul posto ben 4 ore per regolare il traffico e prevenire ulteriori sinistri. Al momento pare che l'autovettura abbia tentato di sorpassare il bus ma sia rientrata troppo bruscamente in corsia finendo per essere tamponata e agganciata dal paraurti del pullman. L'auto avrebbe poi perso il controllo e a velocità sostenuta è andata a sbattere contro una colonnina telefonica collocata davanti al muro di recinzione di una villetta. Entrambi gli airbag anteriori sono esplosi ma la donna era seduta nel sedile posteriore ed ha colpito violentemente il capo.

Sul posto si è recata anche il vice questore aggiunto, Rosalba Cotardo, che ha assunto la direzione delle indagini e successivamente, su disposizione del sostituto procuratore Daniela Iolanda Chimienti, ha messo sotto sequestro entrambi gli automezzi. Gli studenti e i pendolari che viaggiavano sul bus hanno utilizzato gli altri pullman che percorrono lo stesso tragitto negli orari successivi per poter giungere a Brindisi.

E' stato necessario l'intervento anche dei tecnici del servizio telefonico: sono stati a lavoro a lungo per riparare il guasto provocato dall'Opel Astra alla colonnina.  

Il conducente dell' Opel Astra è stato sottoposto, in ospedale, agli accertamenti tossicologici e alcolimetrici.

I coniugi Lotesoriere e Vetrugno sono molto conosciuti a San Pancrazio Salentino. Lui è un affermato otontoiatra. Lei era una stimata bancaria. Laureata in Economia in Commercio presso l'università di Siena con il massimo dei voti, è stata prima dirigente della Banca Commerciale di Brindisi e dopo la fusione tra vari istituti di credito dirigeva, negli ultimi anni, la filiale della Banca Popolare Pugliese di Maglie, nel Leccese. (Mauro De Carlo)