Ven23022024

Ultimo aggiornamentoVen, 16 Feb 2024 9am

Mafia, estorsioni e ususa: i nomi dei 23 arrestati a Lecce, Foggia, Brindisi, Pavia, Roma

Sono 23 le persone arrestate questa mattina perché ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere di tipo mafioso, concorso esterno in associazione di tipo mafioso finalizzata all’usura, estorsione aggravata, rapine, esercizio abusivo di attività finanziaria, riciclaggio, truffe, sfruttamento della prostituzione, detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e altri reati.

Altre ottantadue risultano invece indagate. Tra queste ultime ci sono anche sei funzionari di banca.
Sono stati compiuti sequestri preventivi su trentasei immobili, quattro attività commerciali, un’autovettura, due società a responsabilità limitata; due ditte individuali, circa trenta rapporti bancari per un valore di circa 10 milioni di euro.
L'operazione, coordinata dal Tribunale di Lecce, è denominata “Twilight" ed è stata compiuta dai carabinieri nelle province di Lecce, Brindisi, Foggia, Pavia e Roma.

I nomi dei 23 arrestati: i 23 arrestati: Giuseppe Bolognese, 44 anni, Lecce; Pasquale Briganti, detto Maurizio, 47 anni, di Lecce; Livio Biagio Carafa, 53 anni, di Nardò; Antonio Caroppo, 59 anni, nato a Lecce, residente a Castrì; Damiano Caroppo, 51 anni, di Lecce; Massimo Caroppo, 48 anni, di Lecce; Sergio Caroppo, 50 anni, di Lecce; Alessandro Fago, 45 anni, nato a Mesagne, residente a San Pietro Vernotico; Remigio Garrafa, 44 anni, nato a Bari, residente a Lecce; Mario Lonigro, 60 anni, di Lecce; Antonio Alvaro Montinari, 45 anni, di Lecce; Massimo Paladini, 54 anni, di Lecce; Gianfranco Pati, 56 anni, di Monteroni; Fabio Persano, 49 anni, di Lecce; Giuliano Persano, 57 anni, di Lecce; Maurizio Persano, 55 anni, di Lecce; Oronzo Persano, 58 anni, di Lecce (già detenuto); Stefano Persano, 43 anni, di Lecce; Giacomo Mario Profilo, 67 anni, di Campi Salentina(già detenuto); Lucio Riotti, 51 anni, nato a Lecce e residente a Carmiano; Luigi Sparapane, 58 anni, nato a Soleto e residente a Galatina; Ivo Venturi, 53 anni, nato a Torino e residente a Lecce. Infine a Paolo Tamborino, 50 anni, nato a Maglie e residente a Roma, sono stati concessi i benefici dei domiciliari.  

Mentre questi sono i nomi degli indagati: Tiziana Abbruzzese, 43 anni, di Castellana Grotte; Miriam Allegrino, 31, di Melendugno; Pamela Allegrino, 37, di San Foca; Paolo Arnesano; Mauro Bellaluna, 40, di Alliste; Pierpaolo Calabrese, 47 di Lecce; Saverio Caragnulo, 57, di Campi Salentina; Francesco Chiarappa, 40, di Conversano; Giuliana Chiarappa; 44, di Conversano; Vitantonio Chiarappa, 36, di Conversano; Paolo De Flaviis, 38, di Città Sant’Angelo (in provincia di Pescara); Pasquale De Lorenzis, 44, di Racale; Saverio De Lorenzis, 41, di Racale; Pietro Graziano De Simone, 43, di Matino; Emanuele Giuseppe De Vita, 45, di San Pietro Vernotico; Anna Maria Del Sole, 69, di Roma; Umberto Pantaleo Di Donfrancesco, 60, di Castrì; Luigi Cosimo Durante, 78, di Nardò; Francesco Fantastico, 63, di Nardò; Giuseppe Fantastico, 38, di Nardò; Maurizio Filoni, 39, di Lecce; Giovanni Fiorentino; Vito Fusillo, 61, di Noci; Mariangela Gravili, 42, di San Donaci; Alessandro Greco; Gaetano Greco, 61, di Lecce; Luigia Greco, 46, di Aradeo; Adriano Laneve, 32, di Monteiasi (Taranto); Cosimo Laneve, 33, di Monteiasi (Taranto); Domenico Laneve, 56, di Taranto; Federico Lattante, 25, di Lecce; Sergio Leggieri, 56, di Lizzano; Alessandro Longo, 39, di Melendugno; Giovanni Longo, 54, di Surbo; Vittorio Mannino, 53, di Giorgilorio, frazione di Surbo; Antonio Mariano, 41, di San Cesario; Gianmario Matera, 39, di Rimini. Massimiliano Messinese, 39, di Taranto; Domenico Miglietta, 50, di Trepuzzi; Angelo Musardo, 55, di Cavallino; Antonio Musardo, 78, di Lecce; Andrea Paglialunga, 37, di Aradeo; Marco Paglialunga, 33, di Aradeo; Santo Paglialunga, 68, di Aradeo; Tiziana Paglialunga, 38, di Aradeo; Claudio Pariti, 39, di Melendugno; Fernando Persano, 58, di Surbo; Franco Persano, 63, di Lecce; Giordano Persano, 50, di Lecce; Antonia Anna Profilo, 65, di Lecce; Carmela Profilo, 40, di Campi Salentina; Dionira Profilo, 38, di Lecce; Pasquale Ricciardi, 53, di San Severo (Foggia); Giorgio Rizzo, 50, di Surbo; Elisabetta Rolli, 42, di Veglie; Egidio Steven Saracino, 35, di Martina Franca (Taranto); Filippo Scalici, 53, di Lecce; Mario Scardicchio; Antonio Schirinzi, 56, di San Pietro in Lama; Cosimo Sperti, 67, di Casarano; Annibale Tafuro, 60, di Campi Salentina; Giancarlo Tanieli, 52, di Lecce; Fatjon Tanushi, 30, di Martina Franca; Jhon Salvatore Tauro, 50, di Campi Salentina; Leidy Tigreros Reyes, 35, di origini colombiane ma residente a Desenzano del Garda; Antonio Tortella, 55, di Martina Franca; Alessandro Verdosci, 43, di San Donaci (Brindisi); Adriano Vitale, 48, di Tuturano (Brindisi); Mauro Voi, 50, di Brindisi.

Il Gip ha rigettato la richiesta di arresto nei confronti di Paolo Bizzotto, 57 anni, di Cavallino; Carmen Blago, 42, di Lecce; Antonio Briganti, 52, di Lecce; Stefano Congedo, 51, di Galatina; Giuseppe De Vergori, 49, di Lecce; Giacomo Macchia, 50, di Conversano; Maurizio Marzo, 48, di Surbo; Maurizio Profili, 59, di Castellana Grotte; Stefano Profilo, 41, di Campi Salentina. Costoro sono quindi indagati a piede libero sempre nell'ambito della medesima inchiesta “Twilight”.