Ven29052020

Ultimo aggiornamentoGio, 28 Mag 2020 5pm

Due donne sono state denunciate a Bari perché avrebbero nascosto la provenienza dalla zona rossa

Una partoriente risultata positiva al Coronavirus e sua madre sono state denunciate da un'infermiera a Bari perché non avrebbero informato della provenienza da Parma che all'epoca dei fatti era considerata "zona rossa". L'omissione di questa informazione ha esposto l'infermiera a rischio contagio e l'ha costretta alla quarantena domiciliare assieme a tutta la sua famiglia. 

La situazione denunciata è avvenuta nella clinica Mater Dei di Bari. La paziente partoriente è entrata nella struttura sanitaria il 7 marzo accompagnata da sua madre che è dipendente della stessa clinica con il ruolo di biologa. Nella compilazione della cartella d'ingresso la paziente ha dichiarato la residenza in provincia di Bari ma avrebbe omesso di comunicare che proveniva da Parma. L'infermiera ha dichiarato di essere stata in contatto per due giorni con la partoriente. Poi, quando ha scoperto ia sua vera provenienza, ha deciso di procedere con la denuncia.