Sab26092020

Ultimo aggiornamentoSab, 26 Set 2020 9am

Dalla Russia in Puglia dono di 8 tonnellate di materiale anticovid

Per volere del Patriarca di Mosca e di tutte le Russie Kirill è arrivato in Puglia un dono di 8 tonnellate di dispositivi di protezione individuale anticovid. Il materiale, trasportato con un camion partito dalla Svizzera, è un attestato di amicizia che lega il popolo russo alla nostra Puglia. "L'amicizia - ha commentato il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano - si vede nel momento del bisogno e il patriarca Kirill non ha fatto mancare il suo sostegno alla Regione Puglia e alla città di Bari che ospita la tomba di San Nicola. Gli avevamo chiesto aiuto e gli avevamo detto che la situazione era difficile, che avevamo bisogno di dispositivi di protezione individuale e di mascherine. E il patriarca ci ha risposto subito con una lettera bellissima e oggi con questo importante dono”. Emiliano al patriarca Kirill il 28 marzo aveva inviato una lettera per chiedere aiuto nel reperire Dpi e altro materiale sanitario utile a fronteggiare l’epidemia Covid19. E gli aiuti sono arrivati oggi nella sede della Protezione civile regionale.

Si tratta di una importante donazione quella fatta dal Patriarca Kirill, di 8 tonnellate di materiale sanitario del valore commerciale di circa 700mila euro. Segno della profonda amicizia che lega il popolo russo al popolo pugliese, espressa nella lettera che lo stesso Patriarca Kirill ha inviato in risposta al presidente Emiliano.

“La lettera - ha detto Emiliano - è una di quelle cose che non si potranno dimenticare. Mi scrive il Patriarca: la sua terra sta a cuore a tutti i russi ortodossi. Proprio qui nella città di Bari riposano le sacre reliquie del grande Santo di Dio San Nicola di Mira. La Puglia e la Russia sono unite da un particolare legame spirituale. Ricorderà sicuramente quanto eccezionalmente importante per la Russia sia stata la traslazione di una parte delle reliquie di San Nicola nel maggio 2017 organizzata con la sua attiva partecipazione. Voglio anche ricordare il suo contributo in quanto sindaco di Bari alla restituzione della Chiesa russa di Bari al Patriarcato di Mosca”.

“Su questo legame - ha detto Emiliano - i pugliesi potranno contare sempre, perché questa è la natura del popolo russo e questa è la nostra amicizia. Desidero ringraziare pubblicamente questo grande popolo, il suo Patriarca per l’aiuto che ci ha dato, il Metropolita Hilarion Alfeev che è sempre presente qui a Bari e tiene i contatti tra il Patriarcato e Sua Santità Papa Francesco, che è fonte di ispirazione per ogni nostro gesto. Il popolo pugliese ha grandi amici, ieri l’Elemosiniere del Papa ha portato due ventilatori oggi il patriarca di Mosca un camion intero pieno di materiali che sono appena arrivati nei depositi della Protezione civile”.

Il dirigente della sezione Protezione civile Mario Lerario comunica che il tir contiene 31 pedane di materiale, con 600 termometri, 300mila mascherine chirurgiche, 200mila mascherine KN95, 300mila camici medici, disinfettanti e occhiali. Il materiale sarà reso disponibile tramite la protezione civile regionale, a tutto il sistema sanitario pugliese.