Ven10072020

Ultimo aggiornamentoVen, 03 Lug 2020 3pm

Tanti messaggi di solidarietà per il sindaco di Maruggio dopo vile atto intimidatorio con esplosivo

Un ordigno, composto da esplosivo e miccia, è stato trovato davanti casa della madre del sindaco di Maruggio, Adolfo Alfredo Longo. Sono intervenuti gli artificieri dei Carabinieri, che hanno circoscritto la zona e recuperato l’ordigno, e i militari del nucleo operativo della compagnia di Manduria che indagano sul caso. In casa c'era l'anziana madre del primo cittadino. Il sindaco invece era fuori paese.

Sulla pagina facebook del Comune di Maruggio è stato pubblicato un testo di solidarietà per il primo cittadino e di condanna per il grave gesto intimidatorio. "Un gesto vile, ignobile ai danni di una persona seria, corretta, energica e sempre pronta all'ascolto - è stato scritto su quella pagina facebook. Un atto intimidatorio che non fermerà l’impegno quotidiano, la passione e l’entusiasmo nella gestione della cosa pubblica con onestà e legalità al servizio dei cittadini. Giunga al sindaco Longo e alla sua famiglia la solidarietà e la vicinanza da parte dell’Amministrazione Comunale, dei dipendenti tutti e dell’intera comunità maruggese. Speriamo che al più presto si faccia piena luce su questo episodio. Forza Sindaco, Maruggio è con te."

Tanti i messaggi di solidarietà espressi da singoli cittadini e dal mondo politico al sindaco Longo. 

Giuseppe Turco, consigliere regionale di Senso Civico – Un Nuovo Ulivo per la Puglia, ha dichiarato“massima solidarietà al sindaco di Maruggio, Alfredo Longo, vittima in queste ore di un vile atto intimidatorio nei confronti della sua famiglia. Al netto delle differenze politiche, non deve mai mancare la vicinanza tra gli amministratori della cosa pubblica, specie per far fronte comune contro ogni forma di violenza e di illegalità. Ci auguriamo che le autorità preposte facciano al più presto chiarezza individuando i responsabili e riportando la giusta serenità all’intera comunità di Maruggio”.

Anche il consigliere regionale Luigi Morgante ha detto di esprimere “solidarietà e vicinanza al sindaco di Maruggio, Alfredo Longo, destinatario oggi di una gravissima intimidazione. Un episodio sconvolgente che auspico sia chiarito in tempi rapidi dalle forze dell'ordine e dagli inquirenti, arrivando all'individuazione dei responsabili. Nella certezza che pure la comunità tutta di Maruggio farà sentire al primo cittadino, ai suoi familiari e all'amministrazione comunale la propria presenza, e saprà mobilitarsi insieme alle istituzioni in difesa della legalità e del rispetto delle regole alla base della convivenza civile e democratica".

Francesca Franzoso, consigliere regionale, ha dichiarato "Solidarietà al sindaco di Maruggio, Alfredo Longo, per il vile atto intimidatorio subito.
"Incoraggio Alfredo a proseguire nel suo lavoro al servizio della comunità  e auspico che le forze dell'ordine possano fare luce quanto prima sull'episodio, assicurando i responsabili alla giustizia. Qualsiasi gesto criminale che punti a colpire l'attività politica e amministrativa di un sindaco va represso  con rapidità e fermezza".