Mer12052021

Ultimo aggiornamentoMar, 11 Mag 2021 1pm

In precedenza Hakim Nasiri era stato condannato a 5 anni di reclusione con l'accusa di terrorismo

Era stato arrestato per terrorismo e condannato a 5 anni di carcere il 28enne afgano Hakim Nasiri ma ora la Corte di Appello di Bari ha deciso di assolverlo. Quella sentenza di colpevolezza era stata annullata dalla Corte di Cassazione che ha inviato gli atti alla Corte d'Appello per rivalutare il caso. L'esito di oggi è che Hakim Nasiri è assolto dall'accusa di aver fatto parte di una cellula terroristica fondamentalista islamica che aveva tra gli obiettivi quello di compiere attentati in Italia. La Corte di Appello di Bari ha deciso con sentenza di assoluzione che Hakim Nasiri è estraneo a quelle accuse: insomma, non è un terrorista. 

La sua è una vicenda giudiziaria controversa perchè arrestato nel giugno 2016 era stato già assolto nel processo di primo grado svolto con rito abbreviato nel luglio 2018. Nel secondo grado di giudizio quella sentenza fu ribaltata al punto che Nasiri fu condannato a 5 anni di carcere ed in carcere c'è stato anche per un presunto tentativo di fuga dall'Italia in Francia e Germania. Poi c'è stato il pronunciamento assolutorio della Cassazione e ora la conferma dell'assoluzione da parte della Corte d'Appello di Bari. 

Quando fu arrestato la polizia trovò nel suo telefono foto e video che riguardavano armi, mezzi militari, l'ipercoop di Santa Caterina a Bari, alberghi di lusso di Roma e Londra, zone vicine all'università di Bari e una foto con il sindaco della città metropolitana pugliese, Antonio Decaro. C'è voluta l'abilità dei suoi avvocati difensori per spiegare che le armi che mostrava in foto di impugnare erano in realtà delle imitazioni giocattolo. Inoltre, qui luoghi, non dimostravano una finalità propedeutica ad attentati terroristici ed i canti arabi immaginati come inni di propaganda islamica erano invece canzoni popolari del suo popolo. 

Insomma, una vicenda giudiziaria controversa chiusa da una sentenza di innocenza che però non ripiana completamente il torto subito dal giovane afganoin questi 4 anni. (R.T.)