Gio21102021

Ultimo aggiornamentoLun, 18 Ott 2021 5pm

Il veivolo, nel tentativo di effettuare un atterraggio di emergenza, ha tranciato i cavi dell'alta tensione

Un aereo ultraleggero è precipitato nelle campagne di Fasano, in provincia di Brindisi. Due le vittime: Francesco Passari, pilota esperto, 33enne, e il suo allievo, Giuseppe Catano, di 28 anni. Il velivolo, modello Piper PA-28, si è schiantato al suolo mentre tentava un atterraggio di emergenza. Nella rapida discesa ha urtato e divelto i cavi dell'alta tensione. L'incidente è accaduto in contrada Coccaro. Passeri abitava a Castellaneta, Catano a Canosa di Puglia. Il velivolo era decollato dall'aeroporto di Bari.

L'agenzia nazionale per la sicurezza del volo (Ansv) ha aperto un'inchiesta sull'incidente. ANSV è l'autorità preposta in esclusiva a svolgere questo tipo di inchieste in materia di sicurezza. Un suo investigatore effettuerà un sopralluogo operativo. Si cercherà di capire se c'è stato un guasto tecnico a rendere ingovernabile il velivolo.

Nel frattempo è stata già avviata anche un'inchiesta giudiziaria. Sul posto si è recato anche il pm Alfredo Manca che ha incaricato un medico legale di eseguire l'esame autopico sui corpi delle vittime.