Dom18082019

Ultimo aggiornamentoGio, 01 Ago 2019 4pm

Tanti malintesi per Solfrizzi alla direzione del Teatro Curci

Emilio Solfrizzi rinuncia ad essere il nuovo direttore artistico del teatro Curci di Barletta. L'incarico sembrava cosa già certa ed ufficiale considerato il tono del comunicato stampa diramato da Pasquale Cascella, sindaco di Barletta. Il primo cittadino aveva utilizzato toni entusiastici per annunciare la scelta dell'attore barese di accettare "la proposta venuta dal Teatro pubblico pugliese di affidamento del coordinamento artistico della Stagione teatrale del Teatro Curci di Barletta". Fino allo scorso febbraio quel ruolo apparteneva al compianto Manrico Gammarota. La vicenda si è vestita di giallo quando poche ore dopo Solfrizzi, che ha fatto sapere, mediante la propria pagina Facebook, che c'era stato sostanzialmente un equivoco con il sindaco e con il presidente del Teatro Pubblico Pugliese, cioè con il brindisino Carmelo Grassi.

La questione era stata affrontata con entrambi ma Solfrizzi non aveva mai detto di voler accettare quell'incarico. Colloqui amicali e la propensione a un aiuto altrettanto amicale da parte di Solfrizzi nel collaborare a titolo gratuito alle scelte per il nuovo programma teatrale erano stati intesi dal sindaco Cascella come accettazione dell'incarico. Necessaria, quindi, la precisazione di Solfrizzi per ribadire che non è lui il nuovo direttore artistico del teatro Curci di Barletta.

“Voglio ringraziare le tantissime persone (di Barletta e non) che hanno voluto manifestarmi il loro affetto e il loro compiacimento dopo che – dichiara Solfrizzi - un comunicato dell'amministrazione comunale annunciava che ero il nuovo Direttore Artistico del Teatro Curci di Barletta.
In realtà si è trattato di un eccesso di generosità da parte del Sindaco Cascella il quale mi darebbe le chiavi della città e quelle di casa sua, tanto si fida, e mi farebbe anche cittadino onorario di Andria, tanto non lo può fare! (Non glielo dico se no fa un comunicato).
In realtà sono molto grato a Lui e al Teatro pubblico pugliese per avermi offerto un ruolo così importante ma, non potendo assolvere al compito con la continuità e la necessaria attenzione, mio malgrado ho dovuto declinare l'invito! Nessun compito gestionale!”
Ed allora tutto chiarito. L'attore barese non verrà a Barletta? Ci verrà perché porterà in scena il suo spettacolo e poi perché presterà gratuitamente la sua collaborazione, cioè a titolo puramente amicale al Teatro pubblico pugliese e alle scelte che il Comune farà per il Teatro Curci. “Affiancherò il Teatro pubblico pugliese nelle sue scelte di programmazione e d'accordo con l'Amministrazione di Barletta lavoreremo insieme affinché il Teatro Curci abbia la migliore stagione possibile, all'altezza della Sua città e del Suo meraviglioso pubblico! Sarò felice di inaugurare la stagione di prosa con un mio spettacolo e, in quella occasione, incontrare la gente, per parlare di Teatro e della commedia!”.

Il sindaco Cascella ha dovuto rapidamente prenderne atto e correggere la precedente comunicazione utilizzando un tweet: "Mi ero lasciato prendere dall'entusiasmo della disponibilità. Che resta per una collaborazione comunque preziosa".  (Mauro De Carlo)

FacebookTwitter
Pin It