Dom18082019

Ultimo aggiornamentoGio, 01 Ago 2019 4pm

Rischiano la chiusura biblioteche e musei.L'impegno dell'assessore Nunziante


“Ho sinceramente apprezzato l’impegno e la sensibilità dell’Assessore al Personale e Vicepresidente della Giunta, Antonio Nunziante, esposto anche oggi nel corso della seduta in Commissione, per risolvere l’emergenza venutasi a determinare relativa allo stallo sui contenitori culturali in quota alle amministrazioni provinciali in via di dismissione. Biblioteche e musei in particolare, che dopo il decreto Delrio e i ritardi degli enti locali interessati nelle leggi di attuazione rischiavano la chiusura, con perdita di un patrimonio di inestimabile valore per la comunità e il destino del relativo personale sempre più nebuloso.”

E' quanto scrive in una nota il Presidente del Gruppo Movimento Schittulli-Area Popolare, Giannicola De Leonardis.

“ La volontà dell’esecutivo di assorbire, dopo le ottanta unità destinate alla polizia regionale, altre settanta unità da destinare proprio ai contenitori culturali - in particolare la Biblioteca Magna Capitana di Foggia che presentava la situazione più critica - che verrà domani sottoposta all’attenzione e al vaglio dell’Osservatorio Regionale per la distribuzione delle funzioni non fondamentali delle Province, rappresenta una significativa boccata d’ossigeno, sia per le strutture che per i lavoratori e le loro famiglie.

Siamo ancora lontani da una soluzione definitiva, essendo calcolato in 108 unità il numero del personale specifico per le mansioni indicate, in 360 quello complessivo in esubero dalle amministrazioni provinciali, e in attesa del completamento della riforma ad opera del Governo, previsto entro il 31 luglio prossimo. Ma l’assessore Nunziante ha mostrato di non aver dimenticato la sua importante esperienza istituzionale come prefetto di Foggia, e il suo legame e la conoscenza della realtà e specificità locale hanno costituito un importante valore aggiunto che va riconosciuto e sottolineato. Mi auguri che adesso l’Amministrazione Provinciale di Foggia manifesti la stessa sensibilità e attenzione nei confronti dei lavoratori della ‘Diomede’ in attesa di una transizione in altra struttura (con analoghe mansioni) da tempo promessa ma non ancora realizzata”.

FacebookTwitter
Pin It