Dom20012019

Ultimo aggiornamentoVen, 18 Gen 2019 6pm

Due appuntamenti per la rassegna musicale nelle chiese di Brindisi

La XVIII edizione de “I suoni della devosione”, la rassegna musicale internazionale nelle chiese storiche di Brindisi, prevede due appuntamenti. Il palinsesto è interamente dedicato alla riscoperta della tradizione musicale del Natale e dei suoi strumenti popolari, interpretati dalla sensibilità artistica di grandi interpreti della scena nazionale. Una manifestazione, felice sintesi tra evento musicale e promozione dei luoghi di culto storici e non della città che da tempo ormai si è affermata per la qualità delle sue proposte a livello regionale e nazionale.

L’attenzione verso il ritmo del mondo, sempre più globale, ha insegnato il mettersi all’ascolto, rendendo dominabili le distanze e le lingue più comprensibili: è il piccolo armonico miracolo che ha compiuto la musica anche a Brindisi attraverso i “Suoni della Devozione” e dagli artisti che hanno condiviso qui nelle chiese di Brindisi, nuovi percorsi musicali: Rozaneh (Iran), Dijvan Gasparyan (Armenia), Martin O’Connor (Irlanda), Karen Matheson Band (Scotland), Janet Arbison e Belfast Harp Orchestra (Irlanda), Maire Ni Chatasaigh (Irlanda), Shine (Scotland), Timna Brauer e Elias Meiri (Yemen-Israele), Orchestra araba di Nazareth (Palestina), Kathryn Tickell band (Inghilterra), Savina Yannatou e Primavera en Salonico (Grecia), Silvia Malagugini e la Compagnia Nona Sima (Francia), Dave Swarbrick (Inghilterra), Zar (Danimarca), Moni Ovadia, Ensemble Micrologus, Peppe Barra e Lino Cannavacciuolo, Enzo Avitabile, Luigi Lai e Baba Sissoko, Elena Ledda, Theatrum Instrumentorum, Chominciamento di Gioia, Musica Officinalis, Gianni Perilli, Solis String Quartet, Alice, Antonella Ruggero e Arkè String Quartet, Ambrogio Sparagna, La Confraternita de Musici, Franca Masu e Fausto Beccalossi, Peppe Servillo, Nafra (Malta), Robin Brown and the Triumphant of Delegation (U.S.A.), Grainne Hambly e Billy Jackson (Irlanda), Hevia (Asturie, Spagna) e Black voices (Inghilterra), Michele Gazich, Quintana Ensemble del Mediterraneo, Raffaello Simeoni con Gabriele Russo e Goffredo Degli Esposti di Micrologus
Il programma di quest’anno è realizzato esclusivamente con il sostegno di privati, prevede due appuntamenti

domenica 17 dicembre alle ore 20,30 nella chiesa medievale di San Benedetto con l’Lamorivostri una nuova affascinante sorpresa nel panorama della musica tradizionale

  • sabato 23 dicembre nella chiesa della Pietà sempre alle 20,30, una tra le più belle voci del Sud, quella di Maria Moramarco, figlia naturale degli antichi cantori e cantatrici delle Murge che hanno tramandato la tradizione orale della Puglia, nello spettacolo Paràule,

 

Domenica 17 dicembre alle ore 20,30 chiesa di San Benedetto

Lamorivostri

in Cantata di Natale

Piccolo viaggio musicale nella tradizione che rivive nei canti della poesia popolare

Un trio formato da Lavinia Mancusi, Monica Neri, Rita Tumminia con la partecipazione di Mauro Bassano alla zampogna, propone in veste tradizionale la“CANTATA DI NATALE” un concerto dedicato al repertorio di tradizione orale dei canti, novene, e pastorali per il Natale. Sonorità di struggente bellezza che riportano al cuore e alla mente il senso della tradizione della natività. Il repertorio viene eseguito con strumenti della tradizione ciaramella, zampogna organetto e tamburello accompagnati dalla sonorità profonda del violino e della lira calabrese. Tutte provenienti da esperienze artistiche con musicisti di rilievo Ambrogio Sparagna, Roberto Billi, Acquaragia Drom, Piero Pelù, Nando Citarella, Alessandro Mannarino, i brani eseguiti fanno parte della tradizione Italiana del centro e del sud Italia, zampogna e ciaramella eseguono ninna nanne e pastorali provenienti dalla tradizione calabrese delle Serre ,dell’alto Lazio e della Campania, Puglie , Sicilia, e Sardegna,

La direzione artistica è di Roberto Caroppo. Un progetto realizzato dall’associazione culturale Adriatic Music Culture di Brindisi

L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti.

 

FacebookTwitter
Pin It