Sab19102019

Ultimo aggiornamentoLun, 30 Set 2019 7pm

in Puglia 85% diplomati tecnici ha trovato lavoro

L’85% dei diplomati presso uno degli ITS pugliesi risulta occupato, è quanto emerso durante il workshop “ITS e Poli tecnico-professionali: un ponte tra formazione e lavoro” a cura del Servizio Scuola, Università e Ricerca, svoltosi stamane presso il padiglione 152 di Regione Puglia in Fiera del Levante.
“Abbiamo operato scelte partendo dalla lettura del territorio e delle relative possibilità di occupazione, con l’obiettivo di avvicinare due mondi, quello del sistema di impresa e della formazione, che non comunicano molto - ha detto Alba Sasso, assessore alla Formazione e al Diritto allo Studio, durante il wokrshop - Attraverso gli Istituti Tecnici Superiori dell’Aerospazio, dell’Agroalimentare e della Meccatronica e grazie all’istituzione dei Poli tecnico-professionali, abbiamo attivato esperienze di incontro e di scambio, sviluppando reti di iniziativa e adesso raccogliamo i frutti del lavoro finora svolto. A breve – ha concluso Sasso – con la nuova programmazione2014-2020, oltre agli ITS esistenti, è prevista l’istituzione di altri due ITS nell’ambito delle Tecnologie innovative per i beni e le attività culturali-Turismo e della Mobilità Sostenibile e comincerà l’attività del primo polo tecnico-professionale a sostegno del turismo”.

I primi risultati, relativamente all’esperienza degli ITS, testimoniano di una scelta strategica di grande rilevanza: molti giovani sono stati assunti al termine del loro percorso proprio grazie alle competenze che sono state loro trasferite nel corso dei due anni.
I diplomati all’ITS Aerospazio sono attualmente 23 e hanno trovato tutti un’occupazione, di cui il 13% a tempo indeterminato e i restanti a tempo determinato. Il 30% lavora presso imprese socie della fondazione. 
I diplomati all’ITS Agroalimentare sono 22, il 68% di essi ha trovato occupazione, il 27% di essi a tempo determinato, in proprio invece il 18%. Circa il 30% di coloro i quali hanno trovato lavoro, svolgono la propria attività nelle imprese presso cui hanno fatto attività di stage.
I diplomati all’ITS Meccanica–Meccatronica sono 20+5 uditori. L’88% dei diplomati ha trovato un’occupazione, di essi il 41% ha un contratto a tempo indeterminato, il 55% a tempo determinato e il 4% lavora in proprio. Svolgono la propria attività presso imprese socie della fondazione ben il 65% degli occupati. Più del 50% sono stati assunti dalle stesse imprese presso le quali hanno effettuato lo stage. 

Gli ITS attualmente costituiscono una valida alternativa o integrazione alle scelte universitarie degli studenti pugliesi, favorendo sul territorio un sistema di istruzione e formazione coerente con i fabbisogni formativi espressi dal sistema produttivo e capace di facilitare l’accesso alle opportunità professionali. Gli ITS e i Poli tecnico-professionali risultano fondamentali per sviluppare sinergie positive tra filiere formative e filiere produttive e facilitano l’incontro tra domanda e offerta di lavoro.



FacebookTwitter
Pin It