Lun29112021

Ultimo aggiornamentoLun, 29 Nov 2021 5pm

Eventi negli spazi culturali della città di Bitonto. Il programma

Dalla Divina commedia di Dante Alighieri alla commedia all'italiana e ai film di fantascienza. Questo offre sino a febbraio 2022 la seconda edizione del CultOra Festival – Ex labore to works: E' un evento culturale, divulgativo e trasversale tra le diverse conoscenze e arti, con un occhio rivolto ai peculiari mutamenti d’ognuno, che, da novembre 2021 a febbraio 2022, anima con mostre, seminari e spettacoli dal vivo gli spazi culturali della città di Bitonto. 

La manifestazione è organizzata dalla Fondazione De Palo-Ungaro in collaborazione con i giovani del Comitato organizzativo, con il contributo finanziario del Consiglio regionale della Puglia e il patrocinio del Comune di Bitonto.
Il progetto “CultOra Festival seconda edizione” ha come tema cardine la volontà di proporre e mediare verso un pubblico vasto ed eterogeneo per interesse e forme cognitive alcune tematiche del complesso mondo della Divina Commedia di Dante, la cui attualità si manifesta sempre cogente e la riscoperta del valore artistico dei vecchi manifesti cinematografici in una valentia di alcuni dei grandi protagonisti della scena cinematografica del nostro tempo. 
Esso è stato rimodulato, causa pandemia, non solo per le date, ma anche per i luoghi dove si svolgerà, cioè in 4 location di importanza sia storica che culturale per i cittadini di Bitonto (Museo archeologico, Cattedrale, Chiesa di San Francesco della scarpa e Museo diocesano).
Il Festival si svolgerà l’ultima decade di novembre e la prima di dicembre 2021, quanto alla prima fase, che prevede la mostra della collezione di libri e testi critici riguardanti la “Divina Commedia” di Dante e altri due eventi di musica e poesia e, alla fine di gennaio e ai primi di febbraio 2022, quanto alla seconda e terza fase, che prevedono la mostra di manifesti e locandine sul tema della commedia italiana d’autore e di manifesti cinematografi sui film della fantascienza. Nella foto il sindaco di Bitonto che ha concesso il patrocinio a questa iniziativa culturale. 

FacebookTwitter
Pin It