Mer01042020

Ultimo aggiornamentoMer, 01 Apr 2020 9am

Le polemiche tra Lezzi e Bellanova, Italia Viva, M5S e Lega sui milioni stanziati per gli olivicoltori colpiti dalla Xylella

La vigilia di Natale non stempera i toni della polemica sul presunto dirottamento dei fondi stanziati dal governo per la lotta alla Xylella. Due pugliesi, l’ex ministra per il Sud Barbara Lezzi (M5S) e la ministra dell’agricoltura Teresa Bellanova (Italia Viva), sono allo scontro e ciò rende più difficile la stabilità di governo. Ha iniziato Lezzi che sui social ha affermato “Se è vero che l’attuale ministro abbia intenzione di “distrarre” dagli agricoltori 40 milioni di euro a favore di GAL (Gruppi di Azione Locale, ndr) e DAJS è bene precisare che il suo segretario particolare ne è amministratore. Non va affatto bene. Per niente bene”. Il segretario particolare di Bellanova è Cosimo Durante.

Bellanova ha definito offensive le accuse di Lezzi: “Si comprende l’attitudine della Senatrice Lezzi, dalla siderurgia alla Tap, di buttarla in caciara, provocando danni serissimi al territorio e nella percezione della realtà nell’opinione pubblica. Ma c’è un limite a tutto”.

Entrando nel merito della questione Bellanova ha evidenziato che il piano nazionale per la rigenerazione olivicola della Puglia preveda uno stanziamento di fondi per Gal e Dajs per decisione già del governo Gentiloni.. “Sono misure – precisa la ministra - rimaste nel nuovo Piano per continuità amministrativa e con le stesse identiche finalità”. Tra i diversi punti della manovra economica approvata in Parlamento per il 2020, risulta esserci infatti anche un piano di rigenerazione dedicato agli messi olivicoltori  danneggiati dalla Xylella.

A fare quadrato sulla ministra Bellanova è ovviamente il suo partito. Italia Viva accusa Lezzi di fare gioco di sponda con la Lega e ribadisce che non c'è nessuno scandalo, ma la Lezzi replica così: ”Spero con il mio intervento di aver dato voce ai loro timori. Gli attacchi e le illazioni non mi toccano, vorrei solo che oltre agli insulti venissero portati sul piatto dei contenuti. E non ne vedo”. 

La ministra su Facebook chiarisce e rintuzza Lezzi: “Nessuna distrazione di fondi, piuttosto una distrazione di intelligenze. Chi ancora parla di distrazione di fondi offende non tanto me, ma il buon senso. E ne risponderà nelle sedi opportune". Poi Bellanova esorta a non speculare sul problema Xylella a fini di partito: “No speculazioni sulla pelle degli agricoltori. Se c'è qualcuno che vuole attaccare me per tornare ad avere 5 minuti di notorietà non lo faccia sulle spalle degli agricoltori. Se c'è qualcuno che vuole cambiare partito e gioca di sponda con la Lega lo dica apertamente. Non usi mezzucci".

Controreplica di Lezzi: “Il ministro Bellanova ha ammesso di aver deciso di spostare risorse dagli agricoltori ad altri progetto tra cui Gal e Dajs ma, insieme al chiarimento, sono arrivate una serie di bugie”.

E della Lega non stanno a guardare. Interviene anche Claudio Borghi: “50 milioni che il nostro governo gialloverde aveva deciso di assegnare alla Xylella sono stati spostati al Gal, il cui presidente è Cosimo Durante. Secondo me la cosa un minimo di attenzione la meriterebbe“. (R.T.)