Gio29092022

Ultimo aggiornamentoDom, 04 Set 2022 12pm

Giancarlo Vincitorio: stop almeno al bollo auto e alle addizionali sulle bollette energetiche

“La Regione Puglia non metta le mani nelle tasche dei cittadini soprattutto in questo periodo di emergenza per il Coronavirus” dice Giancarlo Vincitorio, esponente regionale in Puglia di Vox Italia. “Mentre nel resto d’Italia si discute su come aiutare le famiglie in difficoltà economica per le conseguenze causate dal coronavirus, la Regione Puglia sappiano – afferma Vincitorio – che continua a incassare soldi dal bollo auto e dalle addizionali sulla bolletta di fornita dell’elettricità e del gas”.

La campagna di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sul distanziamento di sicurezza interpersonale ha uno slogan molto efficace: iorestoacasa. Se la gente resta a casa significa che non utilizza l’autovettura. “Sì, sappiamo tutti che il bollo auto non è più da anni una tassa sulla circolazione del veicolo ma sul suo possesso, ma – avverte Vincitorio - continuare a trarre beneficio da una tassa di fatto patrimoniale su un bene che non è in uso, tranne per i pochi lavoratori, significa dimostrare un cieco e insensato accanimento tirannico in questo periodo di grave difficoltà economica delle famiglie”.

L’altra considerazione è sui prelievi che la Regione continua a fare dalle tasche dei pugliesi mediante l’applicazione delle addizionali indicate nelle bollette per i consumi di elettricità e gas. “Il nuovo modello sociale iorestoacasa che stiamo applicando ha fatto registrare – dichiara Vincitorio, la cui immagine è nella foto pubblicata da newspuglia.it in questo articolo - anche un considerevole aumento dei consumi di gas ed elettricità. Noi di Vox Italia chiediamo al governatore della Puglia di rinunciare a questi incassi sino a quando tutti i pugliesi potranno finalmente liberarsi definitivamente da questa emergenza sanitaria. Lo diciamo in modo molto semplice: i pugliesi non hanno più denaro. Se da governo Conte arriva ai Comuni qualche soldo per aiutare le famiglie in difficoltà a poter fare la spesa di sopravvivenza non pensi il governatore Emiliano di vessare quelle stesse famiglie e tante altre mantenendo in vigore le tasse indirette come quelle nascoste sui pagamenti delle bollette energetiche.”.