Lun30012023

Ultimo aggiornamentoMar, 24 Gen 2023 1pm

Giancarlo Vincitorio (Vox Italia): siamo molto delusi del sindaco Salvemini che vuole riempire la città di antenne 5G

Il sindaco di Lecce Carlo Salvemini ha affermato che non fermerà il 5G. Ad annunciargli battaglia è Giancarlo Vincitorio, esponente regionale di Vox Italia in Puglia: “siamo molto delusi e arrabbiati per questa decisione di non sospendere la sperimentazione sulla popolazione e l'ambiente del 5G nel capoluogo salentino. Continueremo a lottare per difendere la salute dei cittadini”.

“Voglio informare il sindaco Salvemini – dice Vincitorio - che altrove, nel frattempo, fortunatamente si va in direzione opposta alla sua. Il no al 5G è stato applicato a Bruxelles come in Svizzera e Slovenia e finanche in piccoli comuni italiani come Nocosia, Mercato San Severino e Montecorice per fare alcuni esempi”.

Céline Fremault, ministro dell’Ambiente della regione di Bruxelles, ha dichiarato che “è impensabile consentire l’arrivo di questa tecnologia se non posso garantire il rispetto degli standard che proteggono i cittadini, con o senza 5G. I cittadini di Bruxelles non sono cavie, non posso vendere la loro salute a prezzo di mercato.”

Anche le autorità svizzere hanno deciso di sospendere l’uso delle antenne 5G, fino a che non saranno chiariti i dubbi riguardo al loro impatto sulla salute. La decisione è stata presa dall’Ufam, l’ufficio federale per l’ambiente, per il timore è che le onde radio 5G possano risultare dannose per l’organismo, alterando l’equilibrio cellulare. E anche la Slovenia ha deciso di fermare il wireless di quinta generazione sul proprio territorio.

“Noi di Vox Italia – dichiara Vincitorio – proprio non riusciamo a capacitarci della scelta ostinata del sindaco Salvemini di riempire la città di antenne 5G e lo invitiamo a ravvedersi seguendo l'esempio di altri sindaci salentini che si sono mostrati, invece, sensibili al nostro appello: Stefano Prete, (sindaco di Parabita), Ernesto Toma (sindaco di Maglie), Giuseppe Tanisi (sindaco di Taviano), Renato Rizzo (sindaco di Alliste), Giorgio Toma (sindaco di Matino), Alessandro Conte (sindaco di Melissano, Lorenzo Ricchiuti (sindaco Morciano di Leuca), Racale (sindaco Donato Metallo), Neviano (sindaca Silvana Cafaro), Aradeo (sindaco Luigi Arcuti), Nociglia (sindaco Massimo Martella), Alezio (Andrea Vito Barone), Galatone (sindaco Flavio Filoni), Ruffano (sindaco Antonio Rocco Cavallo) e Tricase (sindaco Carlo Chiuri). A tutti loro va il nostro sincero ringraziamento.”