Lun26072021

Ultimo aggiornamentoDom, 25 Lug 2021 6pm

Cosa ha detto il presidente del Parlamento Sassoli a commento della visita a Bari del Primo ministro Edi Rama

Sia pure in video messaggio c'era anche il presidente del Parlamento europeo David Sassoli, ieri sera durante la celebrazione del trentennale dell’emigrazione albanese svoltasi in consiglio regionale della Puglia per premiare il Primo ministro della Repubblica d'Albania, Edi Rama.
“Ringrazio per il cortese invito il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e la presidente del Consiglio regionale Loredana Capone, saluto il Primo Ministro dell’Albania Edi Rama. Stiamo vivendo - ha detto Sassoli -  tempi difficili.  Il pianeta si è fermato e la nostra quotidianità è messa a dura prova. Sono stati mesi che ci hanno posto davanti sfide enorme e inimmaginabili ma che ci hanno fatto capire anche quanto siamo interdipendenti e quanta necessaria solidarietà vi sia bisogno, lo stesso spirito che trent'anni fa ha contraddistinto la vostra regione la Puglia, dimostrando l'umanità della sua popolazione nei confronti degli amici albanesi, che avevano percorso il Mediterraneo con imbarcazioni di fortuna, con le zattere, alla ricerca di un futuro migliore. Lo stesso spirito che ha continuato a contraddistinguere la nostra amicizia, anche lo scorso marzo quando in uno dei momenti più difficili della storia del nostro Paese un’equipe di medici albanesi con infermieri e operatori sanitari è arrivata nella nostra penisola per fornire supporto aiuto concreto nei nostri ospedali. Edi Rama in quell'occasione ha affermato ‘non siamo ricchi non siamo però privi di memoria’ e permettetemi di ricordare che la memoria è la nostra vera ricchezza, la memoria che ci permette di tenere vivo il nostro impegno la nostra responsabilità verso gli altri, perché abbiamo visto recentemente nessuno può farcela da solo. Non dobbiamo mai dimenticare questo spirito la solidarietà che contraddistingue i nostri cittadini e la nostra storia e le nostre radici sono intrecciate tra di loro per questo non mi stanco di ribadirlo che il Parlamento europeo sostiene fortemente il processo di adesione dell'Albania nell'Unione europea. Dobbiamo riconciliare i nostri confini geografici con quelli politici e l'allargamento porterà benefici ai cittadini agli Stati. Naturalmente dobbiamo legare le nostre storie con amicizia, solidarietà, umanità collaborazione. L'accoglienza e il supporto mostrato dalla Puglia trent'anni fa, è il filo conduttore che dobbiamo continuare a seguire. È la storia di una memoria condivisa che deve continuare ad arricchirsi. È questo il percorso verso l'orizzonte europeo che attende l'Albania, perché solo insieme saremo più forti e più capaci di affrontare le sfide che abbiamo all'orizzonte. Mai come in questo momento dobbiamo e abbiamo bisogno di rafforzare i nostri legami, la nostra democrazia e i nostri valori fondamentali e promuovere la partecipazione di cittadini e quel senso di comunità così integrato nel DNA dei nostri Paesi. Oggi più che mai questo anniversario dimostra l'attualità di un percorso di condivisione comune, di un processo di integrazione e cooperazione nel quale tutti noi scommettiamo e crediamo sia necessario per il futuro di un’Europa sempre più utile alla vita dei nostri cittadini. Trent’anni fa c’ero anch’io ad assistere allo sbarco dei giovani, degli uomini e delle donne che dall'Albania arrivavano in Italia. È un ricordo forte di un'amicizia - ha concluso Sassoli -che naturalmente ci farà affrontare meglio le sfide che abbiamo di fronte. Buon lavoro a tutti e speriamo di incontrarci presto”.