Lun26072021

Ultimo aggiornamentoDom, 25 Lug 2021 6pm

Arrestati anche due consiglieri comunali e un imprenditore. Interdetta dai pubblici uffici la moglie del sindaco.

Il sindaco di Foggia, Franco Landella è stato arrestato questa mattina. Arrestati anche due consiglieri comunali di maggioranza e un imprenditore edile. La moglie del sindaco, Daniela Di Donna, ex dipendente comunale, è stata interdetta dai pubblici uffici. 

Franco Landella, esponente della Lega dopo una lunga militanza in Forza Italia, aveva nei giorni scorsi rassegnato le dimissioni da sindaco ma la legge gli consentiva di ritirare quelle dimissioni entro un periodo stabilito. Landella usufruisce dei benefici dei domiciliari. Gli agenti della squadra mobile di Fogglia gli hanno notificato la misura cautelare chiesta dal pm e firmata dal Gip per l'accusa di corruzione e tentata concussione.  

Sono due i consiglieri comunali che risultano arrestati e collocati ai domiciliari: Antonio Capotosto (che era stato già arrestato il 30 aprile scorso) e Dario Iacovangelo, entrambi della coalizione di maggioranza. Con loro anche un imprenditore: Paolo Tonti.

L’accusa per il sindaco dimissionario è di corruzione e tentata concussione. Come ha spiegato il procuratore capo di Foggia, Ludovido Vaccaio, la tentata concussione fa riferimento ad una richiesta di tangente per 500mila euro, poi ridotta a 300mila euro, ai danni di un imprenditore locale interessato a subentrare in un project financing da 53milioni di euro per la riqualificazione e adeguamento impianti di pubblica illuminazione. Il reato di corruzione invece riguarderebbe una tangente da 32mila euro che sarebbe stata incassata dal sindaco Landella per essere poi distribuita, per il tramite di sua moglie Di Donna, ai due consiglieri comunali arrestati (Capotosto e Iacovangelo) e ad altri 4 consiglieri con l’impegno che costoro votassero in consiglio comunale a favore del rinnovo di una proroga di concessione urbanistica di cui risulta direttamente interessato l’imprenditore edile Paolo Tonti. Anche quest’ultimo è ora agli arresti domiciliari mentre la moglie di Landella ha ricevuto solo un provvedimento di interdizione dai pubblici uffici. Lei è un’ex dipendente comunale avendo avuto sino a poche settimane fa il ruolo di componente dell’ufficio di gabinetto del sindaco. (R.T.)