Gio01122022

Ultimo aggiornamentoMar, 22 Nov 2022 1pm

Contro il governatore Emiliano critiche anche all'interno del Partito Democratico. Il caso di Fabiano Amati

Anche Fabiano Amati, consigliere regionale del Partito Democratico, critica la scelta del governatore della Puglia. Michele Emiliano, di nominare un esponente storico del centrodestra come Rocco Palese ad assessore alla sanità della Regione Puglia. Una scelta che fa discutere e dividere il Partito democraticodi cui fa parte anche lo stesso Michele Emiliano. 
“Il PD - afferma il fasanese Fabiano Amati - dovrebbe valutare l’appoggio esterno nonché il ritiro degli assessori. È questa la proposta che formulo al Gruppo cui appartengo e in coerenza con la contrarietà a questo epilogo espressa ripetutamente dal segretario regionale Lacarra". 
Amati dichiara che "non si può accettare che la Giunta o le deleghe consiliari divengano un luogo per giochi di società, dove il tutto è finalizzato a creare sempre nuovi equilibri di potere e senza alcun interesse per le decisioni da assumere, per cui finisce per diventare addirittura salvifico il fatto che Rocco Palese, il magnate del Trattamento di fine rapporto e coautore del Piano ospedaliero di Fitto, diventi assessore alla sanità". 
Amati poi commenta la nomina di Rocco Palese a capo della sanità pubblica pugliese con parole dure che non lasciano equivoci: "Il PD non può partecipare a questo gioco: è una questione di realismo.  Sarebbe dunque il caso di prendere le distanze da questi giochi di società e continuare a occuparsi di liste d’attesa, screening seno-colon-collo dell’utero, genetica, costruzione degli ospedali nuovi, ospedali di comunità, sedute aggiuntive di sala operatoria, piano casa, fonti rinnovabili, crisi industriali e infine, ma non per ultimo, la moralizzazione degli apparati amministrativi della Regione”.