Gio29092022

Ultimo aggiornamentoDom, 04 Set 2022 12pm

Commenti positivi per la vittoria di Emiliano alle primarie

Tanti i commenti positivi per la vittoria di Michele Emiliano e soprattutto per lo svolgimento delle primarie. Iniziamo dal presidente del Consiglio regionale Onofrio Introna

“La straordinaria partecipazione dei pugliesi alle Primarie – dichiara Introna - ha superato perfino le attese più ottimistiche. I 140mila che si sono recati alle urne sono il risultato dell’eccezionale impegno messo in atto generosamente dai tre candidati, nel cercare il rapporto coi cittadini. A sua volta, rappresenta un impegno per tutte le forze del Centrosinistra a costruire una grande Puglia del futuro.
È una spinta a far bene, nell’unità e nella coesione, quella che arriva dall’importante e lusinghiero mandato che ci hanno affidato quanti si riconoscono nei valori del progresso e della democrazia.
Questa giornata e questo “popolo” ci restituiscono un clima favorevole nel quale esercitare al meglio la capacità di governo che il Centrosinistra pugliese ha dimostrato nei dieci anni alla guida della Regione. Michele Emiliano viene indicato largamente come il presidente dei pugliesi nella prossima legislatura: ne ha le capacità, la sua esperienza decennale alla testa della città capoluogo offre tutte le garanzie. 
Sono certo – conclude Introna - che da qui al passaggio di consegne, Nichi Vendola e Michele Emiliano, con il sostegno di tutte le componenti della coalizione, sapranno assicurare un fine legislatura all’altezza delle due legislature di brillante lavoro e risultati dei governi Vendola e preparare al meglio la Puglia che sarà".

“La vittoria di Michele Emiliano, incoronato dai pugliesi candidato presidente della Regione Puglia, è la vittoria del centrosinistra”. Lo sottolinea il capogruppo del Pd alla Regione Puglia, Pino Romano, secondo il quale “la grande affluenza alle urne, che ha superato non solo le aspettative ma anche i numeri delle primarie in Veneto, sono la conferma che il centrosinistra in Puglia ha lavorato bene, ma rappresentano anche una forte richiesta di continuare su questa strada. E’ questo l’impegno che la Puglia ha chiesto a Emiliano, un impegno che ora Michele deve portare avanti con il sostegno di tutta la coalizione”.
“Per questo – precisa Romano - apprezziamo molto le parole del presidente Vendola che assicura lealtà alla coalizione, e quelle del senatore Dario Stefano che ha già dato a Emiliano la sua disponibilità a collaborare. Così come siamo certi dell’apporto di Guglielmo Minervini”.
“Del resto – evidenzia il capogruppo Pd - il centrosinistra con queste primarie ha confermato la sua unità. Un sentimento che porta a volte a una dialettica anche accesa ma che serve proprio a consolidare le ragioni di tutti e a dimostrare ai cittadini che, da noi, le decisioni non sono calate dall’alto. E soprattutto che i veri protagonisti del centrosinistra sono i pugliesi”.
“Proprio loro – rimarca Romano - devono ora impegnarsi affinché dalla prossima primavera la Puglia continui a essere guidata da tutto il popolo del centrosinistra, ripartendo da tutte le cose buone fatte finora, completando quanto manca e migliorando quello che ancora non va”. “Con l’aiuto di tutti – conclude Pino Romano – sono certo che ce la faremo”.  

“I pugliesi hanno scelto Michele Emiliano come miglior candidato del centrosinistra, perché nella sua concretezza vedono la garanzia di una Puglia che vuole crescere”. È quanto dichiara il consigliere regionale del Partito Democratico, Antonio Buccoliero, all’indomani dei risultati delle primarie del centrosinistra.
“Tutta l’esperienza personale e politica di Emiliano – prosegue Buccoliero – parla di una sua concreta capacità di affrontare ogni situazione critica con immediatezza e con soluzioni sempre rispondenti ai bisogni, dimostrando come la politica possa essere realmente un costante servizio alla comunità. Il suo presentarsi come “sindaco di Puglia” racchiude già l’intenzione di essere accanto ai pugliesi in un cammino che punti a fare del nostro territorio una regione capace di trascinare l’intero Meridione al definitivo riscatto”.
“Il carisma di Emiliano, del resto, - prosegue l’esponente del Pd - emerge dalla notevole partecipazione di votanti alle primarie che, in un tempo in cui si registrano cali considerevoli di partecipazione democratica, segna in maniera positiva la nostra regione. Da questo importante risultato e dai temi emersi dal confronto con gli altri due candidati si dovrà ripartire per costruire politiche di promozione sociale nell’interesse di tutti i pugliesi”.
“A Michele Emiliano – conclude Buccoliero – vanno gli auguri di buon lavoro nella consapevolezza che, da oggi, parte una nuova stagione feconda per tutta la Puglia” .

Per Ruggiero Mennea, consigliere regionale e responsabile organizzativo regionale del Pd Puglia, “Michele Emiliano ha confermato di essere un grande leader e di godere del sostegno di gran parte del nostro elettorato. Questa vittoria è stata costruita sui rapporti umani che Michele ha saputo intrattenere da diversi mesi. Questo risultato non viene fuori all’improvviso e non può essere frutto di accordi estemporanei e fuori dal centrosinistra, come qualcuno vorrebbe far credere, gettando un’ombra su una competizione che invece è stata sana, corretta e che soprattutto ha restituito alla Puglia un grande centrosinistra. Quello relativo all’affluenza è stato un risultato straordinario, oltre ogni aspettativa. La dice lunga sul fatto che molti pugliesi avevano voglia di partecipare e di decidere il candidato presidente”. “Anche nella Bat”, prosegue Mennea, “c’è stata una buona affluenza, anche in questo caso oltre le aspettative. Ed anche qui Emiliano ha vinto con un grande scarto rispetto ai due avversari. Di questo non posso che essere molto soddisfatto avendolo sostenuto sin dal primo istante”. Definita la leadership, per Mennea ora è il momento di passare ai contenuti e per questo lancia la campagna per costruire il programma 2015-2020. “Dobbiamo andare in tutte le province e proporre forum tematici attraverso i quali attingere idee, aspettative, proposte ed esigenze. Michele ha già lanciato importanti spunti, che ora vanno approfonditi e ampliati, con la collaborazione dell’intera colazione. Dobbiamo lavorare tutti insieme per vincere la partita più importante. Ma sono certo che i pugliesi sapranno riconoscerci quanto di buono fatto durante i due mandati di Vendola e sapranno riconoscere la validità della nuova proposta programmatica. Il centrosinistra in Puglia non è morto, anzi è vivo vegeto. E continuerà a governare questa regione, perché lo ha fatto benissimo negli ultimi dieci anni e c’è un lavoro da completare. La leadership di Michele Emiliano darà nuovo vigore all’azione di governo e ci permetterà di risolvere i tanti problemi – conclude Ruggiero - che purtroppo sono ancora sul tavolo”.  

“Il centrosinistra pugliese – dichiara il consigliere regionale PD Giovanni Epifani - oggi può festeggiare come eccezionale il dato dell'affluenza alle primarie, considerate la scarsa partecipazione al voto registrata in altre regioni e, in generale, quella indifferenza alla politica che alcuni italiani sembrano condividere. Le oltre 140mila persone alle urne e la legittimazione del segretario regionale del Pd, Michele Emiliano, a governare la Puglia da parte degli elettori del centrosinistra pugliese sono un risultato eccellente, frutto dell'importante lavoro dei protagonisti politici di queste primarie che ora non devono fermarsi. Se vogliamo confermare questa vittoria alle prossime regionali è necessario che tutti assieme, Emiliano ma anche gli altri due candidati Stefano e Minervini (e il contributo di idee che essi portano) e le nuove forze politiche che si sono unite ai democratici, partecipino ad un progetto politico unitario che possa essere condiviso dalle persone”.  

Il consigliere regionale Filippo Caracciolo commenta il successo conseguito dal segretario del Partito Democratico Michele Emiliano alle primarie del centrosinistra per la scelta del candidato presidente di coalizione alle elezioni regionali 2015:
“Un grande successo quello conseguito dal nostro candidato presidente Michele Emiliano alle primarie. Su scala regionale abbiamo superato il 57 % delle preferenze. Un dato confermato anche nella mia provincia, la B.A.T., dove abbiamo superato quota 6mila. Bene anche l’affluenza alle urne che ha visto circa 140mila cittadini al voto a dimostrazione della grande voglia di partecipazione che vi è tra i nostri elettori e non. Un risultato questo che è frutto del grande lavoro di squadra compiuto dal Partito Democratico, della lealtà mostrata dagli altri due candidati in campo, Stefano e Minervini, ma soprattutto dell’unità manifestata da tutte le forze politiche del centrosinistra nonostante i mal di pancia registratisi a poche ore dalla competizione. Tutto questo testimonia la grande maturità della nostra coalizione che si appresta oggi a vivere nuovamente insieme una lunga ed impegnativa campagna elettorale. Sono convinto che con la grinta e la forza aggregante di Michele Emiliano saremo in grado di centrare ancora una volta il cuore dei pugliesi per confermarci alla guida della Regione”.  

Il consigliere regionale Antonio Martucci commenta dichiarando che "Malgrado le fibrillazioni della vigilia, si sono concluse senza sorprese la primarie del centrosinistra in Puglia con la vittoria dell’ex sindaco di Bari Michele Emiliano. Il risultato straordinario ottenuto da Emiliano rappresenta un motivo in più per credere in un progetto politico innovativo ed entusiasmante. Risultato sull’affluenza decisamente al di sopra delle prudenziali previsioni di 60-80mila fatte qualche giorno fa dagli organizzatori dopo l'alta astensione alle regionali in Emilia Romagna e in Calabria. “In Veneto – dice Martucci – solo 30 mila votanti pur essendo una regione con la stessa popolazione della Puglia. La considerevole partecipazione dei pugliesi – afferma Martucci – ha superato le attese più ottimistiche, in questo particolare momento in cui è forte il sentimento di anti-politica. I 140mila che si sono recati alle urne sono il risultato della voglia di partecipare da parte della cittadinanza, che si sente coinvolta nel nuovo progetto. Emiliano è il miglior candidato alla Presidenza della regione Puglia, perché nella sua concretezza si vede la garanzia di una Puglia che vuole crescere”.