Lun19082019

Ultimo aggiornamentoGio, 01 Ago 2019 4pm

Standard & Poor's e Fitch assolti e il pm Ruggiero sfoga la sua amarezza su facebook e il blog di Beppe Grillo

Il Tribunale di Trani ha assolto tutti gli imputati nel processo alle agenzie di rating Standard & Poor's e Fitch ma il giorno dopo quella sentenza il pm Michele Ruggiero sfoga la sua amarezza su Facebook: “Sono stato lasciato solo -. Evidentemente ci sono verità che è bene restino sullo sfondo. E' davvero incredibile quanto talvolta ci si possa sentire soli nel fare il proprio dovere".

Ruggiero, che ieri in aula giudiziaria si era presentato indossando una cravatta tricolore, ha scritto su Facebook che per tutto il periodo del processo ha vissuto sensazioni di solitudine: "Sì, ho detto solitudine: un sentimento che mi assaliva non solo durante le udienze ma anche al termine di esse; ed era proprio alla fine di quelle maratone dibattimentali che quel sentimento si faceva più forte: forse perché lo Stato, tecnicamente parte lesa da quei reati e perciò legittimato a costituirsi parte civile per azionare una pretesa risarcitoria nei confronti degli imputati, non era sceso in campo a lottare a fianco del Pubblico Ministero?".

Ruggiero ha spiegato anche a chi intende dedicare l'impegno speso in questo processo: “A tutti i miei fratelli d’Italia, piccoli e grandi, dedico questo enorme sforzo, con l’amarezza di non avere raggiunto - per ora - l’obiettivo, ma con la serenità che mi deriva dall’intima consapevolezza di aver fatto il mio dovere, tutto e fino in fondo.

Ma può un pm commentare la sentenza di un processo in cui ha avuto il ruolo della pubblica accusa? Lo sapremo presto perché di questa situazione dovrà interessarsi il Consiglio superiore della magistratura. Il consigliere del Csm Pierantonio Zanettin, infatti, ha annunciato che chiederà lunedì al Comitato di Presidenza di Palazzo dei marescialli l'apertura di una pratica in Prima commissione sul magistrato "per valutare eventuali profili di incompatibilità ambientale e/o funzionale". Insomma, lo sfogo su Facebook potrebbe inguaiare il pm di Trani Michele Ruggiero e esporlo al rischio di un trasferimento d'ufficio.

Nel frattempo lo sfogo del magistrato è stato pubblicato integralmente sul blog Beppe Grillo.