Mar11122018

Ultimo aggiornamentoLun, 26 Nov 2018 1pm

Arresti e sequestri in Italia e all'estero per scommesse miliardarie gestite dalla SCU e altre mafie

Scommesse online clandestine. A gestirle erano le mafie. Lo hanno accertato le indagini sviluppate dalle procure di Bari, Reggio Calabria e Catania, coordinate dalla Direzione nazionale antimafia e antiterrorismo. Sono 68 persone arrestate. Sequestrati  beni in Italia e all'estero per oltre un miliardo. Il volume delle scommesse illecite scoperto dagli investigatori di Guardia di Finanza, Polizia e Carabinieri, supera i 4,5 miliardi.

Sconcerta che in Puglia il noto pregiudicato barese Vito Martiradonna abbia avuto  - secondo quanto risulta dalle indagini della Dda di Bari - rapporti con ufficiali della Polizia giudiziaria e addirittura con un funzionario dei Servizi segreti per ottenere informazioni sull'andamento dell'inchiesta giudiziaria. Martiradonna è considerato il re delle scommesse illegali a Bari. 

In Puglia gli arrestati sono stati 22. Oltre a Vito Martiradonna, storico cassiere del clan Capriati, anche i suoi 3 figli  Francesco, Mariano e Michele ma anche Tommy Parisi (al momento latitante), figlio del boss di bari vecchia, che è accusato di trasferimento fraudolento di valori con l'aggravante mafiosa. Tra i destinatari dei provvedimenti cautelari importanti esponenti della criminalità organizzata pugliese, reggina e catanese, oltre a diversi imprenditori e prestanome. Ecco i nomi degli arrestati in Puglia: Vito Martiradonna, Mariano Martiradonna, Michele Martiradonna, Francesco Martiradonnna, Antonio Buontempo, Giovanni Paolo Memola, Tommaso Parisi. Agli arresti domiciliari: Michele Buontempo, Francesco Catacchio, Michele Cinquepalmi, Giuseppe De Candia, Alessandro di Bello, Mariella Franchini, Giuseppe La Gala, Luigi Lucarelli, Raffaele Tagliente.

Per scoprire soldi e immobili accumulati all'estero ed effettuare i sequestri è stata fondamentale la collaborazione di Eurojust e delle autorità giudiziarie di Albania, Austria, Svizzera, Regno Unito, Isola di Man, Paesi Bassi, Curacao, Serbia, Spagna e Malta. (R.T.)