Gio21102021

Ultimo aggiornamentoLun, 18 Ott 2021 5pm

Sono in corso le verifiche da parte della Regione per confermare questo dato. Sono 5.450.118 le dosi di vaccino somministrate in Puglia.

A poche settimane dal suono della prima campanella di questo nuovo anno scolastico in tempi di pandemia, sono 7.027 i dipendenti scolastici non ancora vaccinati contro il Covid, il 6,39% del totale. A comunicarlo è la struttura commissariale nazionale. Sono in corso le verifiche da parte della Regione per confermare questo dato.

Intanto sono salite a 5 milioni 450mila 118 le dosi di vaccino somministrate sino alle 17 di venerdì 3 settembre in Puglia, il 90.6% di quelle consegnate dal commissario nazionale per l'emergenza, cioè 6.014.312. La Puglia è sesta nella classifica delle Regioni più virtuose nel rapporto tra vaccini ricevuti e quelli utilizzati. La Puglia ha ormai una scorta di dosi consistente, quasi 600mila sieri.

Questi i dati delle vaccinazioni su scala provinciale, così come comunicati dal dipartimento salute della Regione Puglia.

ASL BARI
Ammontano a più di 6.500 i vaccini somministrati ieri nei centri della ASL Bari. Oltre un terzo, circa 2.300, sono stati iniettati a ragazzi e ragazze tra 12 e 19 anni, per un totale di 122mila dosi somministrate a questa fascia d’età dall’inizio delle sedute dedicate. Buona adesione che si riflette sulla copertura vaccinale, con il 76% dei giovanissimi già vaccinati con prima dose, con una punta dell’80% a Bari città, e il 44% completamente immunizzato. Percentuali elevate, del resto, riguardano tutta la popolazione in età vaccinabile: l’86% degli over 12 ha fatto la prima dose e il 74% ha completato il ciclo. In crescita soprattutto i 20-29enni vaccinati con almeno una dose (78%), così come i 30-39enni (77%) e i 40-49enni (83%). Nell’ultima settimana, inoltre, si è ulteriormente consolidata la copertura vaccinale della vasta platea degli over 50: il 94% ha ricevuto la prima dose di vaccino e l’86% ha concluso l’intero ciclo. La campagna vaccinale, infine, ha totalizzato sino ad oggi 1 milione e 793mila dosi somministrate.

ASL BRINDISI
Nella Asl di Brindisi la percentuale di copertura vaccinale con la prima dose per i ragazzi tra 12 e 19 anni è superiore al 65%. La percentuale sale al 76% per i ragazzi di 17 anni, all'80% per i diciottenni e all'86% per quelli di 19 anni. Ieri sono somministrati oltre 3.500 vaccini, tra cui 328 al Marconi-Flacco, 383 al PalaVinci e 194 al Perrino, a Brindisi. Inoltre sono state 436 le vaccinazioni a Fasano, 309 a Ceglie Messapica, 328 a Ostuni, 231 a Mesagne, 300 a San Vito dei Normanni, 281 a San Donaci, 293 a Oria, 337 nel poliambulatorio territoriale di Francavilla Fontana.

ASL BT
La percentuale dei giovani di età compresa tra i 12 e i 19 anni che hanno ricevuto la prima dose di vaccino nella Asl Bt sale al 69 per cento (23.729 persone) mentre il 25 per cento ha completato il ciclo vaccinale (8556 persone). In particolare ad Andria e Barletta il 68 per cento ha ricevuto la prima dose, a Bisceglie il 77 per cento, a Canosa il 68 per cento, a Margherita il 72 per cento, a Minervino il 75 per cento, a San Ferdinando il 67 per cento, a Spinazzola il 77 per cento, a Trani il 69 per cento, a Trinitapoli il 58 per cento.

ASL FOGGIA
Sono 792.407 le somministrazioni effettuate in provincia di Foggia dall'avvio della campagna vaccinale. Ad oggi ha ricevuto almeno una dose di vaccino l'80,7% delle persone di età superiore a 12 anni. Ha concluso il ciclo vaccinale  il 65,7% degli over 12.
Continuano le iniziative della ASL Foggia per agevolare il rientro a scuola in sicurezza. Sabato 4 e domenica 5 settembre, l'hub vaccinale di Torremaggiore sarà aperto dalle ore 9,00 alle ore 13,00 e dalle ore 15,00 alle 18,30 per le vaccinazioni, senza prenotazione, dei giovani di età compresa tra 12 e 19 anni.
Nel dettaglio, a questa mattina, in provincia di Foggia, hanno già ricevuto la seconda dose: 36.427 ultraottantenni (pari all'88,1%) su 38.928 che hanno ricevuto la prima dose (pari al 94%); 47.842 persone di età compresa tra 79 e 70 anni (pari all'82,5%) su 54.080 che hanno ricevuto la prima dose (pari al 92,5%); 56.940 persone di età compresa tra 69 e 60 anni (pari al 76%) su 67.341 che hanno ricevuto la prima dose (pari all'89,3%); 66.028 persone di età compresa tra 59 e 50 anni (pari al 70,4%) su 77.170 che hanno ricevuto la prima dose (pari all'81,8%); 52.163 persone di età compresa tra 49 e 40 anni (pari al 58,9%) su 64.935 che hanno ricevuto la prima dose (pari al 72,3%); 38.816 persone di età compresa tra 39 e 30 anni (pari al 51,5%) su 50.439 che hanno ricevuto la prima dose (pari al 65%); 38.052 persone di età compresa tra 29 e 20 anni (pari al 50,2%) su 52.177 che hanno ricevuto la prima dose (pari al 66,7%); 19.664 giovani di età compresa tra 19 e 12 anni (pari al 37,1%) su 31.386 che hanno ricevuto la prima dose (pari al 58,2%). I medici di medicina generale hanno somministrato in tutto 156.072 dosi di vaccino di cui 19.130 a domicilio.

ASL LECCE
Sono 1.049.186 le dosi di vaccino somministrate finora a cittadini residenti in ASL Lecce, di cui  549.190 prime dosi, 478.755 seconde dosi e 21.241 monodose.
Rispetto alla distribuzione per fascia di età: 58.443 sono state somministrate nella fascia 12-19,  98.342 nella fascia 20-29, 105.790 nella fascia 30-39, 160.086 nella fascia 40-49, 184.184 nella fascia 50-59, 171.079 nella fascia 60-69, 153.696 nella fascia 70-79,  95.414 nella fascia 80-89, 22.152 negli over 90.
4828 le vaccinazioni effettuate nella giornata di ieri di cui 314 a studenti di età compresa tra i 12 e i 19 anni. Le altre vaccinazioni sono state eseguite: 362 nella Struttura Operativa Territoriale della Protezione Civile di Campi Salentina, 340 nel Complesso Euroitalia di Casarano, 384 nel PTA di Gagliano del Capo, 244 nel Centro Polivalente Comunale di Galatina, 372 nella Palestra del Liceo Scienze Umane “Q. Ennio” di Gallipoli, 185 nel Museo Sigismondo Castromediano di Lecce, 740 nella Caserma Zappalà di Lecce, 492 nella RSSA comunale di Martano, 298 nello Stabile Zona Industriale di Nardò, 395 nel Centro aggregazione giovanile di Spongano, 215 nell'edificio Comunale “Mercato delle Idee” di Muro Leccese, 186 nell'Ospedale di Casarano, 53 nel Pta di Maglie, 161 nel Dea Fazzi, 86 dai Medici di medicina generale.

ASL TARANTO
In Asl Taranto l’aggiornamento della campagna vaccinale riporta un totale di quasi 746mila dosi somministrate dall’avvio delle vaccinazioni. Rispetto a questo dato, quasi 349 mila cittadini hanno completato il ciclo vaccinale con la seconda dose. La percentuale dei residenti (maggiori di 12 anni) vaccinati con almeno una dose supera quindi il 78%, con alcuni comuni che hanno già raggiunto l’obiettivo dell’80%. Nel capoluogo, è vaccinato con almeno una dose il 78,6% dei residenti maggiori di 12 anni; sul versante orientale, a Manduria il 76,1%, Avetrana l’80,6%, Fragagnano il 76,5%, Lizzano il 74,5%, Maruggio il 74,7%, Sava il 74,8% e Torricella il 74,4%; nel distretto di Grottaglie, nella città delle ceramiche è stato raggiunto l’obiettivo dell’80% degli over12 vaccinato, a Carosino e a Faggiano la percentuale è del 78,4%, Leporano 77,1%, Monteiasi 79,9%, Montemesola 79%, Monteparano 79,1%, Pulsano 76,3%, Roccaforzata 82,6%, San Giorgio Ionico 77,6% e San Marzano di San Giuseppe 79,4%. Nella zona occidentale, invece, a Castellaneta raggiunge il 76,8%, Ginosa 74,9%, Laterza 83,3%, Palagianello 77,3%; a Massafra il 78,3%, Mottola 77,5%, Palagiano 75,7% e Statte 79,1%. A Martina Franca, infine, risultano vaccinati l’81% dei residenti con età maggiore di 12 anni, mentre a Crispiano l’82,7%. Per quanto riguarda le somministrazioni effettuate ieri negli hub vaccinali del territorio ionico, il dato riporta oltre 2.800 dosi di vaccino, così distribuite: a Taranto, 771 dosi in Arsenale e 411 presso la Svam, 580 a Manduria, 331 a Ginosa, 633 a Massafra.