Sab28052022

Ultimo aggiornamentoSab, 30 Apr 2022 1pm

La vittoria del Bari contro il Lanciano

Era fortemente determinato Davide Nicola, dopo le sue sconfitte del suo Bari, a riscuotere una vittoria "rigenerante" per la squadra, la società e soprattutto per i tifosi. Contro Virtus Lanciano c'è riuscito cambiando modulo. Sarà stato un caso oppure è questo il futuro assetto del Bari? Il mister chiarisce l'enigma: "oggi abbiamo utilizzato il 4-3-3 ed ha funzionato. Ne siamo tutti contenti ma ricordiamoci che abbiamo vinto anche con il 3-5-2, anche se quel modulo non ci ha fatto fare belle partite, e abbiamo fatto bene anche con il 3-4-3". 

Le reti sono arrivate nel primo tempo dando ancora più coraggio a squadra e tifosi per il resto della partita. La svolta in soli cinque minuti. Al 32' un assist di Boateng ha messo in condizione Galano di realizzare il suo terzo gol stagionale. Al 37' è Donati a segnare il raddoppio riuscendo in una conclusione di sinistro dal limite dell'area. Un tiro forte che il numero 5 del Bari fa concludere all'angolino dopo essersi trovato tra i piedi una palla che la difesa abruzzese aveva spazzato corto. 

Di quanto fosse determinato il Bari in questa partita per fare bella figura davanti al suo pubblico lo si è capito già ad inizio gioco ma soprattutto al 10' con un guizzo di Galano che tira forte ma sbaglia la conclusione. 

Con il tesoretto di due reti il Bari torna in campo convinto di continuare a dare spettacolo. Trova l'intraprendenza del Lanciano ma è sempre il Bari a rendersi particolarmente pericoloso in più occasioni, merito soprattutto, di un incontenibile Boateng. L'ex milanista ha dimostrato di essere in splendida forma. Al 48' Boateng sembra una perfetta macchina da guerra quando dopo essersi fatto spazio nella corsia sinistra lancia per Donato che però, per una frazione di secondo, non arriva ad agganciare e non riesce a realizzare neppure Bellomo sulla ribattuta. Da segnalare infine al '74 l'ottima occasione per Ebagua che però, sfortunatamente, non riesce ad imprimere sufficiente forza al tiro in porta. 

Da segnalare sul finire della gara che le squadre sono rimaste in dieci uomini perché sia Grossi che Schiattarella sono stati espulsi per doppia ammonizione. 

C'è il rischio che Davide Nicola si esalti per questa vittoria? No di certo ed è il tecnico a spiegarne le ragioni: “io non mi deprimo e non mi esalto mai. E' questa la strada per poter creare un buon ambiente di lavoro. Contro il Lanciano abbiamo alternato pressing alto e pressing basso, ma ora mi interessa trovare i giusti equilibri”.  (Carmelo Molfetta) 

 

Il tabellino di Bari-Virtus Lanciano 2-0

BARI (4-3-3) - Guarna; Sabelli, Rinaudo, Contini, Calderoni; Schiattarella, Donati (85' Minala), Bellomo; Galano (76' Romizi), Ebagua, Boateng (86' Caputo). A disp.: Donnarumma, Salviato, Rada, Camporese, Benedetti, Filippini. All.: Nicola

VIRTUS LANCIANO (4-3-3) - Aridità; Aquilanti, Troest, Amenta, Mammarella; Vastola (70' Grossi), Bacinovic, Di Cecco (81' Turchi); Monachello (62' Cerri), Thiam, Gatto. A disp.: Petrachi, De Silvestro, Ferrario, Paghera, Nunzella All.: D'Aversa 

Arbitro: Gavillucci di Latina
Marcatori: 32' Galano, 37' Donati (B)
Ammoniti: Schiattarella (B) Thiam, Bacinovic (V)
Espulsi: Grossi (V) per doppia ammonizione, Schiattarella (B) per doppia ammonizione