Ven19072019

Ultimo aggiornamentoLun, 17 Giu 2019 7pm

Roberto Rizzo rinuncia ad allenare il Lecce: giàcomunicate le sue dimissioni irrevocabili

Roberto Rizzo non vuole essere più l'allenatore del Lecce: ha rassegnato le dimissioni comunicandole alla società. E' una decisione – fa sapere il tecnico – rrevocabile. La decisione all’indomani della sconfitta subita dai giallorossi (0-3) a Catania.

Rizzo era subentrato nella parte finale della scorsa stagione a Padalino. In queste tre giornate di campionato ha ottenuto una vittoria, un pareggio e una sconfitta.

«Ho maturato una decisone che, seppur sofferta, è irrevocabile – ha detto Roberto Rizzo. Nonostante i vari inviti da parte della società a ripensarci le mie sono dimissioni definitive».

Per quale motivo? «Le motivazioni – spiega Rizzo - sono esclusivamente personali. Grazie al presidente Saverio Sticchi Damiani e all’intera società per il supporto avuto, e alla squadra un abbraccio sincero, augurando loro le migliori fortune. Infine un sentito ringraziamento ai tifosi giallorossi, che hanno dimostrato calore e attaccamento».

Qualche ora dopo la società ha preso atto delle dimissioni di Rizzo. In un comunicato ufficiale l’Us Lecce “esprime il proprio rammarico per le dimissioni irrevocabili rassegnate dal signor Roberto Rizzo da responsabile tecnico della prima squadra. Nonostante la piena fiducia della società nel lavoro del tecnico e i numerosi tentativi di farlo desistere dalle dimissioni si prende atto che tale decisione è motivata esclusivamente da ragioni personali. L’Us Lecce ringrazia il signor Rizzo per il lavoro fin qui svolto e gli augura i migliori successi professionali”.

La società, intanto, colta di sorpresa, sta valutando alternative come Giorgio Roselli e Davide Dionigi. Ma tanti altri sono i candidabili: Roberto Stellone, Mimmo Di Carlo, Gigi De Canio, Mimmo Toscano e addirittura Roberto De Zerbi.