Ven03122021

Ultimo aggiornamentoGio, 02 Dic 2021 5pm

Tutto il programma dei mondiali di volley a Bari

Da oggi, martedì 23 settembre, sino al 28 settembre, si affronteranno a Bari le nazionali di Cina, Porto Rico, Giappone, Azerbaijan, Cuba e Belgio, mentre nella seconda fase, dal'1 al 5 ottobre, a Bari giocheranno le atlete della nazionale italiana.

La manifestazione è stata presentata la scorsa settimana dal sindaco di Bari Antonio Decaro, dall'assessore allo sport della Regione Puglia Guglielmo Minervini, dall'assessore allo sport del Comune di Bari Pietro Petruzzelli, dal presidente del Coni Elio Sannicandro, dal vice presidente nazionale Fipav Giuseppe Manfredi e dal presidente del comitato organizzatore locale di Bari dei mondiali Danilo Piscopo.

"Bari si prepara ad ospitare i mondiali di pallavolo femminili: un appuntamento con il grande sport che tornerà ad accendere l'attenzione internazionale sulla nostra città - ha dichiarato il sindaco Decaro -. Siamo orgogliosi che la cornice di questo evento sia il nostro Palaflorio, punta di eccellenza degli impianti sportivi cittadini, su cui negli ultimi anni è stato fatto un grande investimento per renderlo adeguato e accogliente per competizioni prestigiose come questa. I mondiali di volley - ha continuato - sono un'imperdibile occasione per gli appassionati e per gli sportivi, che per due settimane potranno vivere le emozioni di un campionato mondiale e mi auguro che tanti cittadini, grazie a quest'evento, possano farsi coinvolgere dallo sport, quello vero, portatore di valori sani, utili anche nella vita di tutti i giorni. Spero di vedere gli spalti del Palaflorio gremiti da tanti giovanissimi spettatori che colgano questa occasione come un momento di crescita, loro personale e della nostra città. Per Bari - ha concluso il sindaco - che negli ultimi anni ha saputo consolidare collaborazioni virtuose tra istituzioni e federazioni territoriali, questo appuntamento è un riconoscimento importante che ci attesta nel circuito del grande sport, nazionale e internazionale. Per questo è importante che l'intera città venga coinvolta nella programmazione di eventi collaterali che possano far vivere agli sportivi, agli addetti ai lavori, agli spettatori che arriveranno e ai baresi stessi, il volto migliore di Bari".

L'assessore regionale allo Sport Guglielmo Minervini ha sottolineato "il grande onore di accogliere questa manifestazione di interesse mondiale. Un'occasione e una grande vetrina per la Puglia, una Puglia che fa parlare di sé, che piace e che sta prendendo coscienza della sua grande attrattiva."

Anche l'assessore comunale allo Sport Pietro Petruzzelli ha parlato di attrattività "perché sia attrattiva, la città deve essere anche ospitale. Abbiamo coinvolto i ristoratori della città creando una serie piccoli eventi, per dare la percezione di una Bari che accoglie e che offre i suoi servizi ai suoi ospiti. Abbiamo invitato i più piccoli a partecipare a questo grande evento destinando 5.000 biglietti dei mondiali agli alunni delle scuole della città con l'obiettivo di sensibilizzare i nostri bambini e i nostri ragazzi ai valori dello sport e magari di accrescere il numero di coloro che si avvicinano al magico mondo della pallavolo".

Elio Sannicandro presidente del Coni, ha infine messo in risalto "l'importanza nello sport del concetto di squadra: le amministrazioni comunali e regionale hanno lavorato insieme in maniera sinergica per portare a Bari questo evento che rappresenta davvero un evento straordinario di portata mondiale. Attraverso lo sport si può valorizzare la città e l'intera regione puntando sulla promozione del territorio" .

Di seguito le informazioni sulla manifestazione: calendario, biglietti, albo d'oro e curiosità.

I Campionati Mondiali di Pallavolo Femminile (FIVB Women's World Championship Italy 2014) si disputeranno in Italia dal 23 settembre al 12 ottobre 2014. Le squadre qualificate, in rappresentanza di 5 continenti, sono 24. La manifestazione, disputata per la prima volta nel 1952 in Unione Sovietica, è alla sua diciassettesima edizione. Il torneo è suddiviso in tre fasi: nella prima (23-28 settembre) le partecipanti sono state divise in 4 gironi da 6, ospitati da Roma, Trieste, Bari e Verona. Le prime quattro classificate di ogni girone passano il turno e accedono alla fase successiva. Nella seconda fase, le 16 squadre rimaste vengono suddivise in due gironi da 8 che si disputeranno a Bari, Modena, Verona e Trieste. Le prime quattro classificate della pool A incontrano le prime quattro della pool D, mentre le migliori del girone B incrociano le prime classificate del girone C; non saranno ripetuti gli incontri già disputati nella prima fase, i cui risultati saranno validi per stilare la classifica finale. Le prime tre classificate di ogni girone si qualificano alla fase finale. Nella fase finale, ospitata interamente da Milano, le 6 qualificate vengono suddivise in due pool da 3, che si disputeranno dall'8 al 10 ottobre. Le prime due classificate di ogni girone accedono alle semifinali dell'11 ottobre; le due vincenti si affrontano nella finalissima per la medaglia d'oro di domenica 12 ottobre, mentre le perdenti si contendono il terzo posto.


IL CALENDARIO DELLA PRIMA FASE


Pool A (Roma)
23 settembre: ore 10.30 Argentina -Croazia, ore 17 Dominicana -Germania, ore 20 Italia -Tunisia.
24 settembre: ore 10.30 Dominicana -Tunisia, ore 17 Germania -Argentina, ore 20 Croazia -Italia.
25 settembre: ore 10.30 Germania -Tunisia, ore 17 Croazia -Dominicana, ore 20 Argentina -Italia.
27 settembre: ore 10.30 Tunisia -Croazia, ore 17 Dominicana -Argentina, ore 20 Italia -Germania.
28 settembre: ore 10.30 Tunisia -Argentina, ore 17 Croazia -Germania, ore 20 Italia -Dominicana.

Pool B (Trieste)
23 settembre: ore 10.30 Canada -Camerun, ore 17 Serbia -Turchia, ore 20 Brasile -Bulgaria.
24 settembre: ore 10.30 Turchia -Canada, ore 17 Camerun -Brasile, ore 20 Serbia -Bulgaria.
25 settembre: ore 10.30 Canada -Brasile, ore 17 Camerun -Serbia, ore 20 Turchia -Bulgaria.
27 settembre: ore 10.30 Bulgaria -Camerun, ore 17 Serbia -Canada, ore 20 Brasile -Turchia.
28 settembre: ore 10.30 Camerun -Turchia, ore 17 Bulgaria -Canada, ore 20 Brasile -Serbia.

Pool C (Verona)
23 settembre: ore 10.30 Olanda-Kazakhistan, ore 17 Russia-Thailandia, ore 20 Stati Uniti-Messico
24 settembre: ore 10.30 Kazakhistan-Stati Uniti, ore 17 Russia-Messico, ore 20 Thailandia-Olanda.
25 settembre: ore 10.30 Thailandia-Messico, ore 17 Kazakhistan-Russia, ore 20 Olanda-Stati Uniti.
27 settembre: ore 10.30 Messico-Kazakhistan, ore 17 Russia-Olanda, ore 20 Stati Uniti-Thailandia.
28 settembre: ore 10.30 Messico-Olanda, ore 17 Kazakhistan-Thailandia, ore 20 Stati Uniti-Russia.

Pool D (Bari)
23 settembre: ore 10.30 Cina -Porto Rico, ore 17 Giappone -Azerbaijan, ore 20 Cuba -Belgio.
24 settembre: ore 10.30 Cina -Azerbaijan, ore 17 Belgio -Giappone, ore 20 Porto Rico -Cuba.
25 settembre: ore 10.30 Porto Rico -Azerbaijan, ore 17 Cuba -Giappone, ore 20 Belgio -Cina.
27 settembre: ore 10.30 Azerbaijan -Belgio, ore 17 Giappone -Porto Rico, ore 20 Cina -Cuba
28 settembre: ore 10.30 Azerbaijan -Cuba, ore 17 Giappone -Cina, ore 20 Belgio -Porto Rico.


IL CALENDARIO DELLA SECONDA FASE (POOL E -BARI)


1 ottobre: A2-D3; A1-D4
2 ottobre: A2-D4; A1-D3
4 ottobre: A2-D1; A1-D2
5 ottobre: A2-D2; A1-D1

In caso di terzo o quarto posto dell'Italia nella prima fase, il calendario di Bari sarà invertito con quello di Trieste (La Pool E si gioca tra Trieste e Bari). A Bari arriverebbero quindi A3 e A4 (terza e quarta classificata della pool A che si giocherà a Roma).

Il girone barese si presenta come il più equilibrato e avvincente. Merito del sorteggio che ha inserito nello stesso raggruppamento formazioni blasonate come Cina e Giappone, realtà in crescita come Belgio e Azerbaigian e squadre estrose -e di grande tradizione -come Cuba e Porto Rico. Senza dimenticare che, rispettando i pronostici, l'Italia nella seconda fase calcherà proprio il parquet del PalaFlorio.


BIGLIETTI E ABBONAMENTI (www.barivolley2014.it/tickets.html)


I biglietti in vendita su www.fipavpuglia.it/biglietteria.asp o sul circuito ticketone.
Promozione riservata alle società FIPAV: ogni 12 biglietti acquistati, 3 in omaggio (la promozione è valida per l'acquisto di biglietti per prima e seconda fase di tribuna mediana numerata e tribuna superiore non numerata, tramite acquisto su internet o presso gli uffici del COL Bari).

Questi i costi di biglietti (ingresso gratuito fino a sei anni) e abbonamenti:
1a fase (dal 23 al 28 settembre 2014)
Match ore 10.30:
Tribuna inferiore numerata: 14€; Tribuna mediana numerata: 10€; Tribuna superiore non numerata: 2€
Match ore 17.00+ Match ore 20.00:
Tribuna inferiore numerata: 30€; Tribuna mediana numerata: 20€; Tribuna superiore non numerata: 10€
Abbonamenti (tutte le gare pomeridiane della 1a fase):
Tribuna inferiore numerata: 80€; Tribuna mediana numerata: 50€; Tribuna superiore non numerata: 25€

2a fase (dal 1 al 5 ottobre 2014)
Match ore 17.00+ Match ore 20.00:
Tribuna inferiore numerata: 30€; Tribuna mediana numerata: 20€; Tribuna superiore non numerata: 10€
Abbonamenti (tutte le gare della 2a fase):
tribuna inferiore numerata: 90€; tribuna mediana numerata: 60€; Tribuna superiore non numerata: 30€

AREA DI SOSTA PALAFLORIO 

L'AMTAB S.p.A. informa che in occasione del campionato mondiale femminile di volley, "Women's World Championship Italy 2014",  verrà attivata l'area di sosta circostante il Palaflorio.

Il servizio sarà espletato con le seguenti modalità:

-23, 24, 25, 27 e 28 settembre 2014 dalle ore 08:00 alle ore 23:00;

-1, 2, 4 e 5 ottobre 2014 dalle ore 15:00 alle ore 23:00;

la tariffa unica giornaliera prevista è di 3 euro

 

L'ALBO D'ORO


1952, Mosca: 1°URSS, 2°Polonia, 3°Cecoslovacchia.
1956, Parigi: 1°URSS, 2°Romania, 3°Polonia.
1960, Rio de Janeiro: 1°URSS, 2°Giappone, 3°Cecoslovacchia.
1962, Mosca: 1°Giappone, 2°URSS, 3°Polonia.
1967, Tokyo: 1°Giappone, 2°USA, 3°Corea del Sud.
1970, Varna: 1°URSS, 2°Giappone, 3°Corea del Nord.
1974, Guadalajara: 1°Giappone, 2°URSS, 3°Corea del Sud.
1978, Leningrado: 1°Cuba, 2°Giappone, 3°URSS.
1982, Lima: 1°Cina, 2°Perù, 3°USA.
1986, Praga: 1°Cina, 2°Cuba, 3°Perù.
1990, Rio de Janeiro: 1°URSS, 2°Cina, 3°USA.
1994, San Paolo: 1°Cuba, 2°Brasile, 3°Russia.
1998, Osaka: 1°Cuba, 2°Cina, 3°Russia.
2002, Berlino: 1°Italia, 2°USA, 3°Russia.
2006, Tokyo: 1°Russia, 2°Brasile, 3°Serbia e Montenegro.
2010, Tokyo: 1°Russia, 2°Brasile, 3°Giappone.


CURIOSITÀ


Quella italiana sarà la diciassettesima edizione dei Mondiali. Ben 127 nazioni hanno provato a strappare il pass per la manifestazione. Ma solo 24 potevano accedervi. Il continente più rappresentato è l'Europa, con dieci Paesi. Segue il Nord e Centro America (6), l'Asia (4), il Sudamerica (2) e l'Africa (2). Saranno disputati ben 102 incontri, distribuiti in quindici giorni e in sei città (Bari, Milano, Modena, Roma, Trieste, Verona).
La Russia ha vinto il secondo titolo consecutivo del Mondiale femminile in Giappone nel 2010, dopo aver battuto il Brasile in finale. Il Giappone ha completato il podio dopo aver battuto USA nella partita per la medaglia di bronzo.
La Russia, primo paese europeo a qualificarsi per l'edizione 2014 del Mondiale dopo i padroni di casa dell'Italia, cercherà la terza vittoria consecutiva nel torneo dopo aver raggiunto il podio nel 2006 e nel 2010, mentre il loro predecessore, l'Unione Sovietica, ha conquistato il titolo nel 1952, 1956, 1960, 1970 e nel 1990.
Con il maggior numero di vittorie nella storia del campionato, la Russia è seguita da Giappone (1962, 1967, 1974) e Cuba (1978, 1994, 1998) con tre titoli ciascuno, in Cina con due (1982, 1986) e l'Italia con una vittoria nel 2002.