Lun26072021

Ultimo aggiornamentoDom, 25 Lug 2021 6pm

Nonostante fosse rimasto in 10 il Bari ha vinto il Foggia nello stadio San Nicola. Rete di Pietro Cianci

Bari-Foggia 1-0

BARI (4-2-3-1): Frattali 6,5; Ciofani 5,5 (33' Semenzato 6), Minelli 6,5, Sabbione 5,5, Sarzi 6; Maita 5,5, De Risio 6,5; Marras 6,5, Antenucci 6,5 (75' Lollo 6), D’Ursi 6 (63' Rolando 6); Cianci 7,5. A disp.: Marfella, Fiory, Perrotta, Dargenio, Rutigliano, Candellone, Celiento, Colaci, Mercurio. All.: Carrera 7.

FOGGIA (3-5-2): Fumagalli 6; Gavazzi 5, Anelli 5,5, Germinio 5; Di Jenno 5,5 (57' Agostinone 6), Vitale (57' Garofalo 5,5), Salvi 5,5 (62' Dell’Agnello 5), Rocca 5, Kalombo 6 (74' Balde sv); Curcio 5, D'Andrea 5,5 (74' Morrone sv). A disp.: Di Stasio, Galeotafiore, Moreschini, Iurato, Pompa, Cardamone, Nivokazi. All. Marchionni 5.

Arbitro: Feliciani di Teramo
Marcatori: 60' Cianci (B)
Note - ammoniti Kalombo, Di Jenno, Anelli, Germinio (F), Sarzi, Cianci, Lollo (B). Espulso Maita (B) per comportamento antisportivo. Recupero: 3' p.t., 4' s.t.

La rete di Cianci arriva come un bolide su calcio di punizione tirato magistralmente. La vittoria del Bari ha più valore perchè è stata conquistata in una partita resa molto diffice anche per l'espulsione di Maita. Il Bari è stato costretto, di conseguenza, a giocare in 10 per circa un'ora. Inoltre ha avuto indubbiamente il suo peso pure l'infortunio di Ciofani che resterà probabilmente irrecuperabile da mister Carrera sino alla conclusione del campionato. Nonostante l'inferiorità numerica il Bari ha mantenuto immutato il suo schema offensivo imposto da Carrera ed è stato premiato dalla rete di Cianci, il bomber di Bari vecchia, che è andato a segno anche nella terza partita consecutiva.

Carrera a fine partita ha detto di dedicare la vittoria all'infortunato Ciofani. Più che elogiare l'autore del gol si è soffermato ad evidenziare l'armonia vincente della squadra che non è venuta meno neppure dopo il rosso a Maita: "è stata una bella dimostrazione di gruppo, volontà, attaccamento alla maglia. Dopo l’espulsione non abbiamo cambiato atteggiamento e in inferiorità non era semplice; grande prova di sacrificio di Antenucci in mediana. Ma l’applauso va a tutti i ragazzi, sono come i miei figli. Questa è la strada giusta. Dedichiamo questa vittoria a Ciofani, speriamo si rimetta al più presto“.

Marco Marchionni, allenatore del Foggia, non riesce a capacitarsi della sconfitta: "non capisco perché i ragazzi non abbiano fatto quella pressione che serve per vincere le partite. Prima della partita avevo detto di andarli ad affrontare nella loro metà campo, perché secondo me il Bari stava nelle nostre stesse condizioni, cioé in difficoltà. Potevamo aggredirli e andare a prendere la palla vicino la porta". Poi i sentimenti esplodono ed ammette di essere molto arrabbiato con la sua squadra: "sì, sono arrabbiato perché non riusciamo più a gestire la palla come dovremmo. In questo momento è come se fossimo bloccati mentalmente. Bisogna cambiare qualcosa perché così non si può andare avanti". (R.T.)