Mar06122022

Ultimo aggiornamentoMar, 22 Nov 2022 1pm

Testa di maiale davanti alla casa e all'ufficio dell'avvocato Sticchi Damiani

Sono state utilizzate delle teste di maiale per minacciare oggi il presidente del Lecce calcio, l'avvocato Saverio Sticchi Damiani. Una testa mozzata è stata trovata davanti alla sua abitazione e un'altra allo studio legale. In entrambi i casi sulla testa di maiale c'era anche un foglio con scritte minacciose e tanti insulti. Insomma, un avvertimento in pieno stile mafioso. Sull'accaduto indagano sia gli agenti della Questura che i carabinieri. Il presidente dell'U.S. Lecce oggi comunque non era in città ed ha appreso la notizia dai suoi collaboratori dello studio legale che hanno allertato le forze dell'ordine.

La doppia localizzazione del macabro ritrovamento sembra fatta apposta per non lasciare equivoci sul destinatario. Se la testa mozzata fosse stata utilizzata soltanto davanti all'ufficio ci sarebbe potuta essere un'incertezza considerato che in quello studio legale ci lavorano anche il padre e il fratello di presidente del Lecce e alcuni loro collaboratori. Dall'altra parte, però, il fatto che sia stata compiuta un'azione tipicamente mafiosa per fare delle gravi minacce non fornisce certezza invece che gli autori appartengano a quell'ambiente criminale. Le indagini, pertanto, vengono svolte in ogni ambito e non si esclude alcuna ipotesi. 

"Caro Saverio alle minacce a te ed ai tuoi cari, la città risponde ferma, al tuo fianco. Le intimidazioni le rispediamo al mittente. Con il sorriso". E' questo il messaggio di solidarietà espresso dal sindaco di Lecce, Carlo salevemini. Solidarietà è stata manifestata anche dal presidente della Camera di Commercio di Lecce, Mario Vadrucci . "A nome mio personale e di tutta la Camera di Commercio di Lecce esprimo i sensi della più forte vicinanza e sentita solidarietà nei confronti del presidente Damiani. "Ci auguriamo - riferisce - che gli inquirenti facciano immediata luce sul grave episodio, affinché la serenità possa tornare negli affetti familiari e nell'attività professionale dell'amico Saverio Sticchi Damiani". Vicinanza anche da Confartigianato Lecce : "Apprendo con sgomento e tristezza - afferma il presidente Luigi Derniolo - di intimidazioni rivolte al presidente del Lecce Calcio. Le minacce mafiose e l'avvertimento sono un atto vile, una pagina brutta per la nostra città".
Questo invece il messaggio del presidente della provincia di Lecce Stefano Minerva: “A nome mio personale e di tutta la Provincia di Lecce esprimo a Saverio Sticchi Damiani vicinanza e solidarietà per l'ignobile episodio che lo ha visto coinvolto, del quale ancora non si riesce a capire la ragione, ma che, senza ombra di dubbio, è di assoluta gravità".

Contro il grave atto intimidatorio si aggiungono le dichiarazioni anche della viceministra alle Infrastrutture e Mobilità sostenibili Teresa Bellanova: "Raccapriccianti e fortemente inquietanti. Non c'è altro modo per definire le minacce e l'avvertimento ai danni del Presidente del Lecce Calcio Saverio Sticchi Damiani. Auspico - aggiunge - che le indagini per risalire ai responsabili possano fare luce al più presto su autori e motivi delle vili minacce".